Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L’idea di definire nel sistema UNI una forma di documento para-normativo nazionale nasce dalle iniziative già perseguite da ISO, CEN e numerosi enti di normazione nazionali (come l’inglese BSI, il francese AFNOR…) di disporre di una modalità di condivisione e formalizzazione di contenuti tecnici innovativi - spesso sulla base di documenti già consolidati in forma privata o consorziata - nella quale la limitazione del coinvolgimento delle parti interessate (e quindi del livello di consenso) sia funzionale alla rapidità dell’iter e quindi al ruolo di trasferimento della conoscenza richiesto al mondo della normazione.

Il Consiglio Direttivo ha rivolto la propria attenzione a tali forme di elaborazione tecnica già nel biennio 2009-2010 affrontando il tema della qualità e sostenibilità dei processi organizzativi e della filiera dei servizi, arrivando alla conclusione che …il mondo della normazione deve orientarsi verso i nuovi mercati potenziali - ed i suoi soggetti interessati - con un’attitudine nuova, anticipando l’applicazione della condivisione tra tutte le parti con coinvolgimenti prioritari tra gli erogatori di servizi, pubblici e privati, ed i fruitori degli stessi, cittadini e utenti. Tale nuovo approccio deve consentire in tempi brevi la definizione di accordi specifici, formalizzati sotto forma di disciplinari coordinati dall’intervento strategico dell’UNI. Questa nuova forma di approccio alla normazione volontaria riduce di fatto i tempi tradizionali della normazione consentendo di accrescere la consapevolezza normativa dei futuri stakeholder in un graduale processo di consolidamento dell’innovazione. Si ritiene quindi importante formalizzare la possibilità di elaborare disciplinari disponibili pubblicamente, frutto di accordi con singoli importanti soggetti, al pari di documenti para-normativi già esistenti presso gli altri grandi enti di normazione europei…

Nelle Linee Politiche UNI 2011-2013 si è voluto confermare l’utilità di regolamentare nuove forme di pubblicazioni para-normative, frutto di collaborazioni con soggetti istituzionali, al fine di accrescere la cultura dell’innovazione e preparare i contesti di sviluppo per le attività di normazione, in particolare – ma non solo - nel settore dei servizi. Sono quindi state definite le caratteristiche (tramite un’apposita regolamentazione e una procedura) di una nuova tipologia di documento UNI, denominata “prassi di riferimento” ed approvata dagli organi direttivi dell’Ente.

In sintesi, le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido (al massimo 8 mesi dall’approvazione della richiesta) processo di condivisione ristretta ai soli autori, verificata l’assenza di norme o progetti di norma allo studio sullo stesso argomento.Gli autori sono anche i committenti del lavoro, poiché sono tenuti a firmare un contratto che - oltre a specificare il titolo, lo scopo, le risorse, i tempi…– definisce anche gli aspetti economici connessi al finanziamento della realizzazione della prassi. Naturalmente il “profilo” del committente/autore deve assicurare una rappresentatività ampiamente riconosciuta dal mercato: per esempio può essere un’entità pubblica o un consorzio di organizzazioni.

Agli autori sopra citati si possono aggiungere esperti del sistema UNI, che possono portare esperienze specifiche in ambiti limitrofi già normati.
Poiché le prassi non sono documenti normativi, sono elaborate in appositi “Tavoli” indipendenti dagli organi tecnici del Sistema UNI ma comunque sotto la conduzione operativa dell’UNI, che ne cura anche la pubblicazione.

Le prassi di riferimento sono strumenti al servizio della normazione e del mercato: nell’ottica del miglioramento continuo il Sistema UNI deve dotarsi di processi e strumenti capaci di rispondere alle sollecitazioni del mercato (come ad esempio l’inchiesta pubblica preliminare), che richiede tempi sempre più ridotti ed interventi a valore aggiunto. Questa nuova forma di pubblicazione para-normativa (particolarmente adatta ad argomenti caratterizzati da un ridotto grado di consolidamento nella società) va nella direzione auspicata di accrescimento della cultura dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione.

pdfRegolamento per lo svolgimento dell'attività di sviluppo delle prassi di riferimento

pdfPrassi di riferimento: una risposta tempestiva per mercati che cambiano

Cosa sono?

Le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido processo di condivisione ristretta ai soli autori, sotto la conduzione operativa di UNI, e da esso emanati, verificata l’assenza di norme o progetti di norma allo studio (in ambito nazionale, europeo o internazionale). Non essendo documenti normativi, le prassi di riferimento non sono elaborate all’interno degli organi tecnici dell’UNI e degli Enti Federati (che hanno invece il compito di seguire la competente attività di normazione tecnica relativa all’elaborazione delle norme UNI, delle specifiche tecniche e dei rapporti tecnici) bensì in appositi “Tavoli”.

Che vita utile hanno?

Dopo 2 anni dalla pubblicazione (tempo stimato necessario per consentirne la diffusione e l’applicazione sul mercato) viene valutata l’opportunità e l’interesse di “fare evolvere” la prassi di riferimento in un documento normativo sul medesimo argomento. Le prassi hanno infatti una vita utile non superiore a 5 anni, periodo massimo entro il quale possono essere trasformate in norma UNI, UNI/TS, UNI/TR oppure ritirate.

Chi le scrive?

Le prassi di riferimento sono elaborate nell’ambito di un formale “Tavolo” - al di fuori degli organi tecnici del Sistema UNI - costituito da rappresentanti delle organizzazioni che hanno chiesto all’UNI di definire il documento. Queste sono di fatto le committenti del lavoro, poiché sono tenute a firmare un contratto che - oltre a specificare il titolo, lo scopo, le risorse, i tempi e le azioni di diffusione – definisce anche gli aspetti economici connessi al finanziamento della realizzazione della prassi. Naturalmente il “profilo” del richiedente deve assicurare una rappresentatività ampiamente riconosciuta dal mercato: per esempio può essere un’entità pubblica o un consorzio di organizzazioni. Agli esperti sopra citati si possono aggiungere esperti del sistema UNI, che possono portare esperienze specifiche in ambiti limitrofi già normati.

I contenuti

Le prassi di riferimento contengono specificazioni tecniche in forma descrittiva riguardanti argomenti di tutti i settori di competenza dell’Ente, con particolare riguardo ai settori innovativi per la normazione; in particolare prassi già in uso nell’ambito delle prestazioni dei servizi erogati al consumatore/cittadino, applicazioni settoriali di specifiche esistenti, disciplinari industriali, protocolli per la gestione di marchi proprietari, modelli di gestione sperimentati a livello locale, adozione a livello nazionale di CWA...

Rispetto alle norme...

Le prassi di riferimento sono documenti i cui contenuti esprimono le esigenze di soggetti significativi del mercato e la cui elaborazione è garantita da regole UNI. Non sono norme tecniche UNI, specifiche tecniche UNI/TS o rapporti tecnici UNI/TR (dalle quali si differenziano per il processo di elaborazione, le tipologie di soggetti coinvolti, il livello di consenso e la veste grafica) ma possono diventarlo se successivamente vengono condivise da tutto il mercato di riferimento.

Come si fanno?

 

Le prassi di riferimento sono caratterizzate da un iter di elaborazione particolarmente veloce (8 mesi dall’approvazione della richiesta), con una procedura estremamente snella, sintetizzabile in sei fasi:

  • Inquadramento: individuazione o raccolta delle esigenze dei nuovi mercati e di nuovi soggetti interessati; verifica dell’esistenza di norme o progetti allo studio in sede di normazione nazionale, europea ed internazionale; verifica dell’eventuale interesse alla partecipazione da parte di esperti degli organi tecnici; valutazione politico-strategica di fattibilità.
  • Contratto: Sottoscrizione di un accordo di collaborazione con il committente, che indichi dettagliatamente gli elementi caratterizzanti il progetto di prassi di riferimento e gli aspetti economici.
  • Avvio: diffusione dell’informazione della partenza della nuova attività para-normativa; raccolta di eventuali commenti, osservazioni, dichiarazioni di interesse; convocazione della riunione insediativa del Tavolo.
  • Elaborazione: periodo di discussione e stesura del testo del documento utilizzando preferibilmente gli strumenti informatici di lavoro remoto.
  • Consultazione pubblica: il testo predisposto dal Tavolo viene reso pubblico e sottoposto a una consultazione aperta (sempre tramite gli strumenti informatici) per raccogliere i commenti del mercato e risolvere le eventuali opposizioni.
  • Pubblicazione: gli organi direttivi dell’UNI – verificando la coerenza con il progetto iniziale - ratificano il documento e ne autorizzano la pubblicazione come prassi di riferimento, identificata dalla sigla “UNI/PdR” seguita da un numero progressivo; partendo dal principio che la loro elaborazione è finanziata, le prassi saranno rese disponibili gratuitamente per mezzo dell’accesso libero sul sito internet UNI, con una modalità di ricerca che ne consenta la rintracciabilità anche a catalogo.

 

Progetti avviati

Le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido (al massimo 8 mesi dall'approvazione della richiesta) processo di condivisione ristretta ai soli autori, verificata l'assenza di norme o progetti di norma allo studio sullo stesso argomento. Esse costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione auspicata di trasferimento dell'innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.
Qui di seguito vengono visualizzati i riferimenti dei progetti di prassi di riferimento sinora avviati.

Trovate 32 prassi di riferimento:

Strutture ricettive - Linee guida per la definizione dei servizi aggiuntivi

Sommario: La presente prassi di riferimento fornisce una serie di indicazioni sui servizi aggiuntivi che le strutture ricettive possono offrire ai propri clienti come valore aggiunto, a completamento dell’offerta proposta della struttura stessa. In esso sono individuati i servizi aggiuntivi ritenuti particolarmente importanti da parte dei consumatori/utenti.
Ambito di attività: Servizi/Turismo
Proponente: CODICI Lombardia
Descrizione: CODICI Lombardia è la sede regionale dell’Associazione CODICI, aderente al CNCU – Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, impegnata ad affermare, promuovere e tutelare i diritti dei cittadini consumatori, con particolare riferimento alle persone più indifese ed emarginate.
Data avvio Tavolo di lavoro: 20/09/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: -
Data termine consultazione: -
Data pubblicazione: -

Solai realizzati con casseri isolanti a rimanere in EPS

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla definizione di un documento tecnico che fornirà le linee guida per la caratterizzazione prestazionale e costruttiva di solai realizzati con casseri isolanti a rimanere in polistirene espanso sinterizzato (EPS) per l’edilizia tradizionale e per i sistemi costruttivi ad armatura diffusa (SAAD).
Ambito di attività: Edilizia
Proponente: AIPE Associazione Italiana Polistirene Espanso
Descrizione: AIPE è l’associazione senza fini di lucro costituita per tutelare e promuovere l’immagine del polistirene espanso sinterizzato (EPS) di qualità e di svilupparne l’impiego, i cui soci sono le aziende del settore della produzione di lastre per isolamento termico, di manufatti per l’edilizia e per l’imballaggio.
Data avvio Tavolo di lavoro: 05/07/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: -
Data termine consultazione: -
Data pubblicazione: -

Attività di assistenza giuridico-economica in ambito bancario e finanziario

Sommario: Lo scopo è la redazione di linee guida per la definizione della procedura delle attività attinenti la consulenza forense di parte riguardante la materia bancaria e finanziaria, in ogni fase di analisi documentale, tecnico-giuridica e formale, nonché la definizione delle relative caratteristiche del profilo professionale nonché la formazione e le procedure necessarie alla conformità.
Ambito di attività: Consulenza aziendale
Proponente: Sistema Commercio e Impresa
Descrizione: Sistema Commercio e Impresa (SCI) è una confederazione nazionale che riunisce oltre 110.000 soggetti imprenditoriali economici e professionali che operano prevalentemente nel settore terziario, e si articola in 60 sedi regionali. La Confederazione annovera tra i propri aderenti Sistema Credito, federazione italiana per la promozione del credito alle PMI, ed ha costituito EBITEN, Ente Bilaterale Nazionale del Terziario.
Data avvio Tavolo di lavoro: 25/05/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: -
Data termine consultazione: -
Data pubblicazione: -

Sviluppo della cultura dell’integrità dei professionisti - Indirizzi applicativi

Sommario: La prassi di riferimento fornisce le linee guida per lo sviluppo della cultura della integrità e del ragionamento etico dei professionisti, attraverso processi e strumenti per la progettazione, l’implementazione e la gestione di un modello funzionale alla cultura dell’integrità.
Ambito di attività: Integrità etica dei professionisti
Proponente: Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano
Descrizione: L'Ordine degli Ingegneri di Milano è un organismo di diritto pubblico, emanazione del Ministero della Giustizia, avente per scopo la tutela del titolo della professioni di ingegnere ai sensi della Legge 26/6/1923 n.1395, e lo sviluppo della cultura professionale, tecnica e deontologica degli iscritti. La Commissione Etica dell’Ordine di Milano ha sviluppato un ragionamento applicativo in materia di consapevolezza etica dell’ingegnere, basato sullo strumento dei dilemmi etici.
Data avvio Tavolo di lavoro: 18/05/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: 30/05/2016
Data termine consultazione: 30/06/2016
Data pubblicazione: 01/09/2016

Prodotti vetrari per l’edilizia - Linee guida per la progettazione ed elementi per il capitolato

Sommario: La presente prassi di riferimento fornisce ai progettisti, ai tecnici delle pubbliche amministrazioni, ai direttori dei lavori ed a tutti gli operatori interessati una serie di linee guida con le principali indicazioni per l’individuazione della tipologia di prodotto vetrario per l’edilizia da impiegare nella specifica applicazione.
Ambito di attività: Edilizia
Proponente: ASSOVETRO; ANCITEL Energia & Ambiente
Descrizione: ASSOVETRO è l’associazione imprenditoriale di categoria aderente a Confindustria, che raggruppa le aziende che fabbricano e trasformano il vetro. ANCITEL Energia & Ambiente opera sui temi dello sviluppo sostenibile e dell’innovazione in campo ambientale, per attivare e diffondere presso gli Enti locali e sul territorio processi innovativi nel settore della gestione dei rifiuti, dell'efficienza energetica e dello sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili. Inoltre, realizza progetti di monitoraggio e supporto per conto dell'ANCI e di Amministrazioni centrali e locali, per promuovere l’innovazione e il coordinamento delle politiche ambientali ed energetiche sul territorio, e sostiene la diffusione di soluzioni innovative e lo scambio di buone prassi tra i Comuni e i diversi territori del Paese, attivando forme di cooperazione tra le Pubbliche Amministrazioni per la realizzazione di iniziative e progetti in campo ambientale.
Data avvio Tavolo di lavoro: 29/04/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: 08/06/2016
Data termine consultazione: 24/07/2016
Data pubblicazione: -

Attività delle agenzie di sicurezza sussidiaria non armata

Sommario: La prassi di riferimento fornirà una linea guida per la qualificazione delle attività svolte dalle agenzie che operano nel settore della sicurezza sussidiaria non armata, con la relativa definizione delle caratteristiche dei diversi profili professionali. Il documento tratterà le attività legate ai servizi di emergenza quali l'attivazione dei servizi pubblici di intervento; le investigazioni per la prevenzione di furti, le attività di prevenzione di violenze e/o reati in genere, la custodia e la guardiania passiva in strutture private e pubbliche, il monitoraggio delle aree pubbliche e private (commerciali e/o aziendali), l'assistenza alla clientela e ai visitatori, le gestioni di flusso e deflusso di persone e mezzi e le attività di prevenzione nel corso di eventi, spettacoli e manifestazioni fieristiche e sportive, il monitoraggio di infrastrutture critiche in genere.
Ambito di attività: Sicurezza
Proponente: A.I.S.S. – Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria
Descrizione: AISS è una libera associazione di imprese, imprenditori ed operatori del settore sicurezza, security e servizi in genere, personali o aziendali, sia legittimati con licenze prefettizie e/o comunali, sia che operino privi di licenze, in forma di imprese individuali o società di capitali. L'associazione è un punto di confluenza per circa un centinaio di soci, gruppi industriali, imprese e centri di ricerca, università, enti pubblici di ricerca, associazioni, per un totale di circa 35.000 addetti.
Data avvio Tavolo di lavoro: 14/04/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: -
Data termine consultazione: -
Data pubblicazione: -

Profili professionali dei dirigenti sportivi

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla redazione di una linea guida per le attività che, nell'ambito dei servizi erogati dalle associazioni e società sportive, sono svolte dai dirigenti sportivi, con particolare attenzione alla definizione delle caratteristiche relative ai diversi profili professionali, in termini di competenze, conoscenze e abilità, nei processi di gestione di impianti sportivi, direzione di associazioni e società sportive e organizzazione di eventi sportivi.
Ambito di attività: Attività sportive e ricreative
Proponente: MSA – Manager Sportivi Associati
Descrizione: MSA è l'associazione, nell’ambito di ASI – Associazioni Sportive Sociali Italiane (ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI), che riunisce, rappresenta e tutela tutti coloro i quali ricoprono il ruolo di manager sportivo, ed ha sedi regionali in Lazio, Puglia e Piemonte.
Data avvio Tavolo di lavoro: 16/03/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: -
Data termine consultazione: -
Data pubblicazione: -

Gestione e sviluppo di processi per l'innovazione responsabile

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare fornirà una linea guida che definisce gli strumenti utili affinché il processo di innovazione attuato dalle organizzazioni avvenga in modo responsabile, cioè in modo tale che l'intervento di ricerca e sviluppo sia finalizzato al miglioramento della qualità della vita delle persone, secondo le aspettative delle diverse parti interessate e che sia dunque sostenibile complessivamente sul piano ambientale, sociale ed economico.
Ambito di attività: Servizi
Proponente: AIRI; CISE
Descrizione: AIRI è un punto di confluenza per circa 100 soci (gruppi industriali, imprese e centri di ricerca, università, enti pubblici di ricerca, associazioni, per un totale di circa 35.000 addetti) che svolgono e promuovono attività di ricerca industriale in Italia. AIRI ha siglato nel gennaio 2015 un Accordo Quadro con il CNR inerente il tema della Ricerca e Innovazione Responsabile (RRI) al fine di razionalizzare le diverse esperienze per un utilizzo più efficace delle risorse dedicate allo sviluppo dei processi di ricerca e sviluppo ed ha coordinato i lavori di una tavolo tecnico composto da esponenti del sistema pubblico e privato impegnati sui vari aspetti della RRI in modo da elaborare una visione condivisa. CISE è l'Azienda Speciale della Camera di Commercio di Forlì, e ha la funzione di promuovere l’innovazione quale leva per lo sviluppo competitivo delle imprese del territorio. CISE è attiva nei campi dell'innovazione, della responsabilità sociale, dello sviluppo sostenibile, dell'ICT, e supporta i progetti innovativi nelle diverse fasi di sviluppo, dalla generazione dell’idea alla sua realizzazione, in collaborazione con altri centri di competenza.
Data avvio Tavolo di lavoro: 09/03/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: -
Data termine consultazione: -
Data pubblicazione: -

Linea guida per la progettazione dell'abbattimento delle barriere architettoniche in un'ottica di accessibilità per tutti ("design for all")

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla definizione di una linea guida per una progettazione accessibile del costruito, applicabile ai contesti più vari, sia in ambito pubblico che privato, ed utilizzabile da tutti i professionisti impegnati nella riprogettazione di contesti già costruiti. Il documento proporrà la definizione di una metodologia di rilevazione delle barriere esistenti, indicando quindi i metodi ed i percorsi per la mitigazione del disagio, fornendo altresì un quadro delle possibili soluzioni tecniche applicabili per la risoluzione delle criticità rilevate grazie anche all'applicazione di strumenti legislativi, di normazione tecnica o di buone pratiche esistenti messe in atto. L’attività si baserà sull'esperienza ed i risultati del progetto “I futuri geometri progettano l’accessibilità”, un'iniziativa che CNGeGL e FIABA hanno intrapreso già da qualche anno con lo scopo di sensibilizzare gli studenti delle scuole superiori degli Istituti Tecnici, Costruzioni, Ambiente e Territorio al tema dell'accessibilità per tutti e dell'abbattimento delle barriere architettoniche.
Ambito di attività: Edilizia, accessibilità
Proponente: CNGeGL e FIABA
Descrizione: CNGeGL è l’organismo costituito presso il Ministero di Giustizia per rappresentare a livello nazionale la categoria professionale dei geometri. FIABA è un’organizzazione senza scopo di lucro che si pone quale obiettivo primario l’eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali che impediscono la qualità di vita e le pari opportunità per tutte le persone, a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità totale secondo i concetti del “Design for all”.
Data avvio Tavolo di lavoro: 11/02/2016
Data approvazione Tavolo di lavoro: -
Data termine consultazione: -
Data pubblicazione: -

Linee Guida per la procedura operativa per l’asseverazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza nelle aziende dei servizi ambientali territoriali

Sommario: La prassi di riferimento fornisce gli indirizzi operativi per il rilascio dell’asseverazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza sul lavoro adottati ed efficacemente attuati dalle aziende che operano nel settore dei servizi ambientali territoriali nell’ambito del ciclo dei rifiuti urbani e dei rifiuti speciali.
Ambito di attività: Salute e sicurezza sul lavoro
Proponente: Fondazione Rubes Triva
Descrizione: La Fondazione è un Organismo Paritetico operante nel settore dei servizi ambientali e territoriali e in possesso dei requisiti di cui all'art. 2, comma 1, lettera ee), del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.. Nel rispetto dei principi enunciati dalla Costituzione Italiana, promuove tutte le iniziative formative e informative atte a salvaguardare l’integrità psico-fisica della persona in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, coadiuvando le aziende di Igiene Ambientale nell’adozione di strategie volte alla diffusione della cultura della prevenzione.
Data avvio Tavolo di lavoro: 15/12/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 13/05/2016
Data termine consultazione: 21/07/2016
Data pubblicazione: 23/09/2016

Linee guida relative alle tecnologie di realizzazione delle infrastrutture interrate a basso impatto ambientale

Sommario: Il nuovo progetto di Prassi di Riferimento è finalizzato alla definizione di linee guida volte a dettagliare le seguenti tecniche: - Sistemi con trivellazioni orizzontali controllate e con trivellazioni orizzontali non guidate; - Sistemi con microtunneling; - Tecniche georadar.
Ambito di attività: Opere di ingegneria civile
Proponente: IATT; UNINDUSTRIA
Descrizione: IATT è un’associazione senza scopo di lucro, la cui missione è quella di promuovere l’avanzamento delle conoscenze scientifiche e tecniche nel campo delle tecnologie non invasive del suolo a basso o nullo impatto ambientale, favorendo la diffusione presso Enti, Pubbliche Amministrazioni, Aziende di gestione delle reti di servizi, Università, Imprese, tecnici e ricercatori di tecnologie esecutive che consentono di effettuare installazione, manutenzione e sostituzione di servizi interrati con un limitato o nullo ricorso agli scavi a cielo aperto per ridurre in modo significativo i costi ambientali e sociali causati dai lavori di scavo per la posa e la manutenzione dei sotto-servizi. UNINDUSTRIA è l’Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, la più grande associazione imprenditoriale del sistema Confindustria per estensione territoriale e la seconda per numero di soci, circa 3.600 imprese per un totale di circa 250.000 dipendenti. Promuove e favorisce lo sviluppo di attività imprenditoriali, anche tramite forme di collaborazione con istituzioni, e da diversi anni è impegnata nel favorire interventi di tipo regolatorio e progetti sperimentali per la realizzazione di infrastrutture di rete digitali, in particolare nelle principali aree urbane e nei siti di interesse produttivo.
Data avvio Tavolo di lavoro: 26/11/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 13/04/2016
Data termine consultazione: 13/05/2016
Data pubblicazione: -

Profili professionali della funzione Risorse Umane delle organizzazioni – Definizione dei requisiti di conoscenza, abilità e competenza e indirizzi operativi per la valutazione della conformità

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla redazione di una linea guida ai fini della qualificazione dei profili professionali individuati nella funzione di Gestione delle Risorse umane (HR management), in termini di definizione di responsabilità e compiti, conoscenze e competenze, coerentemente al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF). Nello specifico saranno definiti 14 profili professionali che afferiscono alle aree seguenti: Ricerca e Selezione del personale (Recruiting & Selection), Sviluppo delle risorse umane (HR Development), Sviluppo organizzativo (Organizational Development) e l’Amministrazione del personale (Personnel Administration).
Ambito di attività: Qualificazione dei servizi di gestione delle risorse umane
Proponente: HR People
Descrizione: HR People è un’associazione che coinvolge università, imprese ed Enti Pubblici avente lo scopo di contribuire allo sviluppo culturale e all'aggiornamento professionale di coloro che operano nel settore dello sviluppo e della valorizzazione delle Risorse Umane. Si prefigge di valorizzare, in Italia e all’estero, la figura del responsabile HR favorendo l’acquisizione, da parte degli associati, di quel set di competenze, conoscenze, abilità, strumenti e metodologie necessarie per svolgere di tale ruolo.
Data avvio Tavolo di lavoro: 22/09/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 17/12/2015
Data termine consultazione: 29/01/2016
Data pubblicazione: 25/02/2016

Raccomandazioni per la valutazione di conformità di parte terza ai requisiti definiti nella norma UNI 11558 'Valutatore immobiliare - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza'

Sommario: La prassi di riferimento fornisce una serie di raccomandazioni per la valutazione di conformità di parte terza accreditata ai requisiti del valutatore immobiliare, ossia della figura professionale che esercita attività di stima e valutazione immobiliare secondo quanto definito nella UNI 11558.
Ambito di attività: Servizi; Valutazione immobiliare
Proponente: RPT Rete Professioni Tecniche; ACCREDIA
Descrizione: RPT, l'organismo fondato nel 2013 che riunisce i professionisti tecnici italiani, si propone di coordinare la presenza a livello istituzionale delle realtà che la compongono, di promuovere l’utilizzo delle conoscenze tecniche e scientifiche del settore affinché le attività connesse siano coerenti con i principi dello sviluppo sostenibile e della bioeconomia, di promuovere l’integrazione delle professioni tecniche e scientifiche nella società civile, di elaborare principi etici e deontologici comuni, promuovere politiche globali per le costruzioni, l’ambiente, il paesaggio, il territorio, le risorse e i beni naturali, i rischi, la sicurezza, l’agricoltura, l’alimentazione. ACCREDIA è un’associazione senza scopo di lucro, con il riconoscimento dello Stato e sotto la vigilanza istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico, nonché delle altre Pubbliche Amministrazioni che hanno contribuito alla sua designazione, che ha lo scopo di adeguare il sistema di accreditamento italiano al Regolamento UE n.765/2008.
Data avvio Tavolo di lavoro: 07/07/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 16/11/2015
Data termine consultazione: 18/01/2016
Data pubblicazione: 15/06/2016

Responsabilità sociale delle organizzazioni - Indirizzi applicativi alla UNI ISO 26000

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla definizione di un documento tecnico che fornisca delle linee guida atte ad individuare degli strumenti applicativi della norma internazionale ISO 26000 sulla responsabilità sociale delle organizzazioni.
Ambito di attività: Responsabilità sociale delle organizzazioni
Proponente: Fondazione Sodalitas
Descrizione: Fondazione Sodalitas, nata su iniziativa di Assolombarda nel 1995, è la prima realtà a promuovere la Sostenibilità d’Impresa in Italia, contribuendo all’evoluzione del ruolo dell’impresa come attore sociale e non solo economico. Inoltre essa ha come finalità l’educazione all’impegno e alla coesione sociale, promuovendo in particolare la cultura d’impresa orientata alla responsabilità sociale ed alla sostenibilità e supporta lo sviluppo di progetti basati su valori sociali condivisi, nonché di interventi delle imprese in campo sociale, culturale, educativo, con fini di solidarietà.
Data avvio Tavolo di lavoro: 08/07/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 06/11/2015
Data termine consultazione: 30/01/2016
Data pubblicazione: 29/04/2016

Raccomandazioni per la valutazione di conformità di parte terza ai requisiti definiti nella UNI/PdR 4 sui servizi di integrazione dei sistemi audio, video e controlli (AVC)

Sommario: Il documento fornisce raccomandazioni per la valutazione di conformità agli organismi di parte terza che svolgono attività di certificazione sulla base della prassi di rifermento UNI/PdR 4, in relazione ai requisiti di accesso, di mantenimento e delle relative procedure di verifica.
Ambito di attività: Valutazione di conformità; Progettazione e installazione di sistemi audio/video
Proponente: SIEC - Systems Integration Experience Community; ACCREDIA - Ente Italiano di Accreditamento
Descrizione: SIEC è l’associazione italiana che riunisce le aziende e gli operatori nell’ambito del mercato dell’integrazione dei sistemi, con l’obiettivo di sostenere e di promuovere il settore presso enti ed istituzioni, di creare sinergie e di migliorare l’approccio col mercato degli installatori. Tra le sue attività si segnala la volontà di ridurre il gap normativo tra l’Italia e gli altri Paesi, nonché studiare le normative nazionali e comunitarie di interesse del settore. ACCREDIA è un’associazione senza scopo di lucro, con il riconoscimento dello Stato e sotto la vigilanza istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico, nonché delle altre Pubbliche Amministrazioni che hanno contribuito alla sua designazione, che ha lo scopo di adeguare il sistema di accreditamento italiano al Regolamento UE n.765/2008.
Data avvio Tavolo di lavoro: 25/06/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 04/09/2015
Data termine consultazione: 14/10/2015
Data pubblicazione: 12/11/2015

Dieta Mediterranea patrimonio immateriale UNESCO - Linee guida per la promozione di uno stile di vita e di una cultura favorevole allo sviluppo sostenibile

Sommario: La presente prassi di rifermento individua gli elementi chiave per la promozione di una cultura favorevole allo sviluppo sostenibile attraverso gli stili di vita, il patrimonio di conoscenze e le tradizioni del territorio associate alle pratiche e alle rappresentazioni della Dieta Mediterranea.
Ambito di attività: Alimentare
Proponente: Promos Ricerche
Descrizione: Consorzio Promos Ricerche è un consorzio senza fini di lucro costituito dal CNR, dalla Camera di Commercio di Napoli e da 6 Università della Campania con lo scopo di promuovere l’innovazione attraverso la realizzazione di studi e ricerche in settori scientifici e industriali nonché la diffusione della cultura della qualità, sicurezza, ambiente e responsabilità sociale.
Data avvio Tavolo di lavoro: 04/05/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 27/06/2016
Data termine consultazione: 28/08/2016
Data pubblicazione: -

Linee guida per le attività di sondaggio esplorativo, assistenza archeologica in corso d’opera e scavo archeologico stratigrafico

Sommario: La prassi di riferimento definisce i requisiti relativi alle attività di esecuzione di sondaggi esplorativi, assistenza archeologica in corso d’opera e scavo archeologico stratigrafico condotti da imprese specializzate in lavori di archeologia esecutiva. Il documento, inoltre, fornisce indicazioni generali sulla competenza professionale degli operatori coinvolti nelle diverse attività pertinenti alle operazioni di archeologia esecutiva.
Ambito di attività: Lavori di scavo archeologico
Proponente: Archeoimprese
Descrizione: Archeoimprese è un associazione volta a rappresentare le imprese operanti nel settore archeologico sul territorio nazionale, anche promuovendo lo studio dei problemi e la realizzazione di iniziative idonee a favorire lo sviluppo e valorizzazione del settore, stimolando un regime di corretta concorrenza e garantendo la qualità del lavoro svolto. Le attività dell’associazione puntano ad aiutare le imprese nell’innovazione tecnica e a fornire supporti scientifici e standard operativi.
Data avvio Tavolo di lavoro: 15/04/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 20/10/2015
Data termine consultazione: 29/11/2015
Data pubblicazione: 14/01/2016

Caravan e autocaravan - Requisiti di servizio per la manutenzione e/o installazione accessori e impianti

Sommario: La prassi di riferimento definisce i requisiti di servizio fornito da un’organizzazione preposta alla manutenzione e/o installazione accessori e impianti su caravan e autocaravan. Il documento inoltre definisce i requisiti di conoscenza, competenza e abilità del personale tecnico che effettua il servizio di manutenzione e/o installazione accessori e impianti sui veicoli citati.
Ambito di attività: Servizi di manutenzione degli automezzi
Proponente: Assofficina
Descrizione: Assofficina è un’associazione di produttori e operatori del settore della riparazione, trasformazione e manutenzione di veicoli ricreazionali (camper e caravan) nata con l’intento di qualificare il servizio tenendo in considerazione l’evoluzione del mercato di veicoli sempre più avanzati ed equipaggiati con sistemi elettronici più sofisticati, e con l’obiettivo di costruire la cultura della qualità, della sicurezza e della responsabilità di settore attraverso la formazione continua a tutela dell’utenza.
Data avvio Tavolo di lavoro: 19/03/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 31/03/2016
Data termine consultazione: 31/05/2016
Data pubblicazione: 20/07/2016

Pareti doccia - Linee guida per l'installazione

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla definizione di una linea guida per una installazione a regola d'arte delle pareti doccia, a supporto della norma armonizzata UNI EN 14428 sulle pareti doccia che impone che i prodotti debbano essere immessi sul mercato accompagnati da istruzione di installazione, in modo da ottenere dal prodotto posto in opera le prestazioni previste e dichiarate dal fabbricante, a garanzia dei rapporti tra operatori ed a tutela dei consumatori.
Ambito di attività: Costruzioni
Proponente: FederlegnoArredo; Assobagno
Descrizione: FederlegnoArredo è la Federazione Italiana che riunisce le imprese del settore legno, sughero, mobile e arredamento. Una delle sue dieci associazioni di settore è Assobagno che riunisce 165 produttori italiani di arredi per il bagno all’interno del sistema Confindustria, con l’obiettivo di costruire la cultura di settore attraverso la partecipazione di più aziende possibili ad attività e progetti.
Data avvio Tavolo di lavoro: 06/02/2015
Data approvazione Tavolo di lavoro: 04/03/2015
Data termine consultazione: 26/04/2015
Data pubblicazione: 02/07/2015

Raccomandazioni per la certificazione di terza parte secondo UNI (E01089400) - Figure professionali operanti sugli impianti a gas di tipo civile alimentati da reti di distribuzione - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla redazione di raccomandazioni per la certificazione di terza parte secondo la norma UNI sulle figure professionali operanti sugli impianti a gas di tipo civile, quale documento tecnico finalizzato a fornire i percorsi di accesso e mantenimento, e le relative procedure di esame, da tenere da parte degli Organismi di Certificazione di parte terza, che certificano le figure professionali che operano sugli impianti a gas di tipo civile alimentati da reti di distribuzione.
Ambito di attività: Impianti a gas e attività professionali
Proponente: CIG; ACCREDIA
Descrizione: CIG è una associazione federata ad UNI, i cui scopi sono lo studio dei problemi scientifici e tecnici e la redazione di progetti di norma attinenti al settore dei gas combustibili. ACCREDIA è un’associazione senza scopo di lucro, con il riconoscimento dello Stato e sotto la vigilanza istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico, nonché delle altre Pubbliche Amministrazioni che hanno contribuito alla sua designazione, che ha lo scopo di adeguare il sistema di accreditamento italiano al Regolamento UE n.765/2008.
Data avvio Tavolo di lavoro: 04/06/2014
Data approvazione Tavolo di lavoro: 04/06/2014
Data termine consultazione: 09/07/2014
Data pubblicazione: 17/10/2014

Tecnologia di realizzazione delle infrastrutture interrate a basso impatto ambientale - Sistemi di minitrincea

Sommario: La prassi di riferimento che si intende elaborare sarà finalizzata alla definizione di linee guida volte a dettagliare la realizzazione di trincee di dimensioni ridotte da parte di imprese esercenti attività di posa di reti di TLC, per ogni Ente locale o operatore, al fine di una corretta gestione degli interventi nel sottosuolo.
Ambito di attività: Opere di ingegneria civile
Proponente: IATT; UNINDUSTRIA
Descrizione: IATT è un'associazione senza scopo di lucro, la cui missione è quella di promuovere l'avanzamento delle conoscenze scientifiche e tecniche nel campo delle tecnologie non invasive (no dig), favorendo la diffusione presso Enti ed Amministrazioni Pubbliche - anche attraverso l'organizzazione di specifici corsi di formazione - di tecnologie esecutive che consentono di effettuare l'installazione, la manutenzione e la sostituzione di servizi interrati con un limitato o nullo ricorso agli scavi a cielo aperto per ridurre in modo significativo i costi ambientali e sociali causati dai lavori di scavo per la posa e la manutenzione dei sottoservizi. UNINDUSTRIA è l'Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, la più grande associazione imprenditoriale del sistema Confindustria per estensione territoriale e la seconda per numero di soci, circa 3.600 imprese per un totale di circa 250.000 dipendenti. Promuove e favorisce lo sviluppo di attività imprenditoriali, anche tramite forme di collaborazione con istituzioni, e da diversi anni è impegnata nel favorire interventi di tipo regolatorio e progetti sperimentali per la realizzazione di infrastrutture di rete digitali, in particolare nelle principali aree urbane e nei siti di interesse produttivo.
Data avvio Tavolo di lavoro: 18/03/2014
Data approvazione Tavolo di lavoro: 02/04/2014
Data termine consultazione: 08/05/2014
Data pubblicazione: 19/06/2014

Linee guida per la governance di un Ente locale attraverso il coinvolgimento della comunità di riferimento e delle parti interessate

Sommario: La prassi di riferimento è una linea guida volta a fornire indicazioni per la governance di un Ente locale capace di prendere ed attuare decisioni per perseguire obiettivi e risultati condivisi, attraverso azioni che assicurino il coinvolgimento e la partecipazione delle parti interessate, ed in particolare della propria comunità di riferimento. Si specificano le modalità di attuazione di scelte sostenibili attraverso la capacità di fare rete, informare, comunicare e rendere conto, fornendo esempi pratici in relazione alle tematiche ambientali, sociali e di partecipazione.
Ambito di attività: Governance delle Amministrazioni Locali
Proponente: Comune di Capannori
Descrizione: Capannori è un comune nella provincia di Lucca di circa 46.000 abitanti ed un territorio di 156,60 km◊. Il Comune è un riconosciuto punto di riferimento per Pubblica Amministrazione locale in relazione alla capacità di coinvolgimento dei vari stakeholders, in particolare sulle tematiche ambientali, per il quale è rinomato per la raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio comunale (superando la soglia del 90%) ed è il primo in Italia ad aver aderito alla Strategia Rifiuti Zero.
Data avvio Tavolo di lavoro: 26/02/2014
Data approvazione Tavolo di lavoro: 30/04/2014
Data termine consultazione: 19/06/2014
Data pubblicazione: 07/08/2014

Profili professionali presenti nelle banche commerciali – Requisiti di conoscenza, capacità e competenza

Sommario: La prassi di riferimento, articolata in sette sezioni numerate da 0 a 6, illustra l'inquadramento generale e i principi metodologici che supportano la definizione dei requisiti di conoscenza, capacità e abilità relativi ai profili professionali più significativi individuati nell'ambito delle banche commerciali. Nelle sue sezioni da 1 a 5 definisce i requisiti specifici relativi ai profili professionali attinenti alle seguenti aree: Area Filiale, Area Commerciale, Area Credito, Area Finanza, Area Risk Management, Area Compliance, Area Operation e Area Amministrazione. La sezione 6 introduce gli indirizzi operati per la valutazione di conformità delle persone ai requisiti di conoscenza, capacità e competenza definiti nei profili professionali presenti nelle sezioni da 1 a 5.
Ambito di attività: Qualificazione, formazione e certificazione delle competenze del settore bancario
Proponente: FBA - Fondo Banche Assicurazioni
Descrizione: FBA è il fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua nei settori del credito e delle assicurazioni, il cui obiettivo è quello di finanziare, promuovere e divulgare i percorsi formativi dei ruoli professionali presenti nelle diverse aree, rispondenti alla domanda di professionalità e riqualificazione delle risorse umane.
Data avvio Tavolo di lavoro: 22/01/2014
Data approvazione Tavolo di lavoro: 07/05/2014
Data termine consultazione: 11/07/2014
Data pubblicazione: 07/08/2014

Linee guida per lo sviluppo sostenibile degli spazi verdi - Pianificazione, progettazione, realizzazione e manutenzione

Sommario: La prassi di riferimento fornisce le linee guida per lo sviluppo sostenibile degli spazi verdi urbani e periurbani - quali parchi e giardini pubblici e privati, parchi e giardini storici pubblici e privati, alberate stradali, verde a corredo delle infrastrutture, parcheggi alberati, percorsi ciclo-pedonali, ecc. - orientando la pianificazione, la progettazione, la realizzazione, la manutenzione degli stessi, nonché la produzione di materiale vegetale. Lo scopo della prassi di riferimento è individuare degli obiettivi di qualità ambientale, economica e sociale relativi alla gestione territoriale.
Ambito di attività: Sostenibilità del paesaggio
Proponente: LANDERES; BAI - Borghi autentici d'Italia
Descrizione: LANDERES: è un’associazione no-profit che ha come finalità la tutela e la valorizzazione dei paesaggi urbani e periurbani, intesi come sintesi tra le componenti ambientale-naturalistica, estetico-percettiva, socio-culturali, e sviluppa soluzioni a sostegno di politiche integrate di sostenibilità urbana finalizzate all’estensione e alla qualità degli spazi verdi, e alla realizzazione di servizi eco-sistemici. BAI - Borghi autentici d'Italia: è un’associazione, indipendente sul piano politico, economico ed istituzionale, che raggruppa 200 territori e realtà, tra piccoli e medi comuni ed altri enti locali, che condividono percorsi comuni di sviluppo locale, basati sul miglioramento della struttura urbana, dei servizi ai cittadini, del contesto sociale, ambientale e culturale.
Data avvio Tavolo di lavoro: 16/01/2014
Data approvazione Tavolo di lavoro: 04/04/2014
Data termine consultazione: 21/05/2014
Data pubblicazione: 20/06/2014

Valutazione della qualità economica dei progetti di trasformazione urbana

Sommario: Lo scopo e' la redazione di una linea guida all’applicazione della specifica tecnica UNI/TS 11453 sull’iter di finanziamento delle costruzioni, indirizzata alla specifica dei contenuti e delle modalita' di sviluppo del piano economico-finanziario di un progetto urbano complesso. Il documento, declinato in coerenza con i principi e le azioni che sottendono alla filosofia del protocollo della Qualita' Urbana di Roma Capitale, ed i particolare alla qualita' economica, puo' trovare utilita' presso altre realta' territoriali italiane.
Ambito di attività: Qualita' Urbana – Finanziamento delle opere
Proponente: RPR – Risorse per Roma spa
Descrizione: RPR – Risorse per Roma spa e' una societa' interamente partecipata da Roma Capitale, delegata, tra la altre cose, ad assicurare il supporto tecnico e amministrativo per la sperimentazione del “Protocollo della Qualita' Urbana” del Comune di Roma, approvato dalla Giunta capitolina con Delibere n. 164/2012 e n. 40/2013.
Data avvio Tavolo di lavoro: 17/07/2013
Data approvazione Tavolo di lavoro: 15/07/2014
Data termine consultazione: 06/10/2014
Data pubblicazione: 07/11/2014

Amministrazioni Locali - Indicatori di prestazione

Sommario: La prassi di riferimento individua e mette a disposizione delle amministrazioni locali una serie di indicatori significativi per verificare e tenere sotto controllo le prestazioni dei processi ed il livello dei servizi offerti ai cittadini. Gli indicatori, raggruppati secondo le macro-categorie dei processi di governo, processi operativi e processi di supporto, sono collegati alle aree dello sviluppo istituzionale per il buon governo, sviluppo economico sostenibile, sviluppo sociale includente e sviluppo ambientale sostenibile così come individuate dall’UNI/TR 11217:2010.
Ambito di attività: Sistemi di gestione per la qualita' nelle amministrazioni locali
Proponente: Associazione Qualita' Comuni
Descrizione: Associazione tra 23 comuni che hanno conseguito la certificazione di sistema per la qualita' UNI EN ISO 9001, con sede a Cornate d’Adda, primo comune certificato in Italia. L’Associazione Qualita' Comuni ha lo scopo di divulgare i principi della qualità negli Enti Locali in tutti i suoi aspetti a garanzia di una corretta gestione in termini di efficacia, efficienza ed economicita', ed intende operare attraverso il lavoro ed il benchmarking mediante scambio di informazioni, progetti comuni, condivisione delle risorse, iniziative comuni, convegni e sinergie in genere.
Data avvio Tavolo di lavoro: 02/07/2013
Data approvazione Tavolo di lavoro: 02/08/2013
Data termine consultazione: 30/09/2013
Data pubblicazione: 28/11/2013

Infrastrutture Critiche - Sistema di gestione della resilienza - Requisiti

Sommario: La prassi di riferimento specifica i requisiti di un sistema di gestione della resilienza delle Infrastrutture Critiche, per consentire a un’organizzazione, quale proprietario o operatore di Infrastruttura Critica, di stabilire il contesto, definire, pianificare, attuare, eseguire, verificare, riesaminare e migliorare la propria resilienza.
Ambito di attività: Sicurezza, ambiente e società civile
Proponente: AIPSA
Descrizione: AIPSA – l’Associazione Italiana Professionisti Security Aziendale – si è costituita nel 1990 per rappresentare i responsabili della sicurezza (security) delle principali aziende italiane. L’associazione ha come scopo istituzionale quello di valorizzare l’ordinamento professionale, formare e aggiornare gli associati, diffondere la cultura della security e approfondire lo studio delle sue problematiche di ordine tecnico, funzionale, giuridico e legislativo.
Data avvio Tavolo di lavoro: 08/05/2013
Data approvazione Tavolo di lavoro: 28/10/2013
Data termine consultazione: 15/12/2013
Data pubblicazione: 16/01/2014

Servizi di integrazione dei sistemi audio, video e controlli (AVC) – Requisiti di progettazione, installazione, configurazione, taratura, programmazione e verifica tecnica

Sommario: La prassi di riferimento definisce i requisiti di servizio di progettazione, installazione, configurazione e taratura, programmazione e verifica tecnica erogato dalle aziende che lavorano nell’ambito del mercato innovativo dell'integrazione dei sistemi audio, video e controlli (AVC). Il documento, inoltre, fornisce indicazioni generali sulla competenza professionale degli operatori coinvolti nelle diverse attività afferenti al servizio di integrazione dei sistemi AVC.
Ambito di attività: Progettazione e installazione di sistemi audio/video
Proponente: SIEC - Systems Integration Experience Community
Descrizione: Associazione italiana che riunisce le aziende e gli operatori nell'ambito del mercato dell'integrazione dei sistemi con l'obiettivo di sostenere e di promuovere il settore presso enti e istituzioni, creare sinergie e migliorare l'approccio col mercato degli installatori.
Data avvio Tavolo di lavoro: 21/02/2013
Data approvazione Tavolo di lavoro: 18/06/2013
Data termine consultazione: 15/09/2013
Data pubblicazione: 21/11/2013

Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità

Sommario: Il documento è finalizzato alla definizione di metodi di valutazione della sostenibilità energetica ed ambientale degli edifici, con riferimento all'edilizia residenziale, uffici, scuole, edifici industriali e a destinazione commerciale, e a livello di scala urbana.
Ambito di attività: Sostenibilità ambientale nelle costruzioni
Proponente: ITACA
Descrizione: ITACA è un'associazione federale delle Regioni e delle Provincie Autonome che ha l'obiettivo di attivare azioni ed iniziative condivise dal sistema regionale al fine di promuovere e garantire un efficace coordinamento tecnico tra le stesse Regioni e Province Autonome, così da assicurare anche il miglior raccordo con le istituzioni statali, enti locali e operatori del settore. Tra i suoi scopi statutari vi sono la promozione e la diffusione delle buone pratiche nei servizi, nelle forniture e nei lavori pubblici per la qualità urbana e la sostenibilità ambientale.
Data avvio Tavolo di lavoro: 27/11/2012
Data approvazione Tavolo di lavoro: 28/05/2014
Data termine consultazione: 19/11/2014
Data pubblicazione: 30/01/2015

Aziende di stampa industriale - Obblighi, responsabilità e aspetti gestionali per la sicurezza sul lavoro e la tutela ambientale

Sommario: La presente prassi di riferimento ha lo scopo di fornire una serie di indicazioni generali e di dettaglio sugli obblighi, le responsabilità e gli aspetti gestionali, inclusa la tenuta documentale, riguardanti la sicurezza sul lavoro e la tutela ambientale, applicabili alle aziende di stampa industriale. Il presente documento si applica a tutte le tipologie di stampa, ma è stato redatto guardando con particolare attenzione alla stampa offset e flessografica.
Ambito di attività: Sicurezza sul lavoro nel settore dell'industria della stampa
Proponente: Osservatorio Quotidiani
Descrizione: L'Osservatorio Quotidiani "Carlo Lombardi"" è un ente bilaterale paritetico previsto dal CCNL per i lavoratori delle aziende editrici e stampatrici di quotidiani e le agenzie di informazione. Le sue parti costitutive sono le associazioni imprenditoriali FIEG e ASIG e le organizzazioni sindacali SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UIL Comunicazione. Nell'ambito dell'Osservatorio, la Commissione per l'ambiente e la sicurezza ha il compito di predisporre linee guida per la gestione nei luoghi di lavoro della prevenzione e sicurezza dei lavoratori."
Data avvio Tavolo di lavoro: 11/06/2012
Data approvazione Tavolo di lavoro: 22/10/2012
Data termine consultazione: 20/12/2012
Data pubblicazione: 22/02/2013

Stabilimenti balneari - Requisiti per la sicurezza, la qualità, la fruibilità e la sostenibilità dei servizi erogati dagli stabilimenti balneari

Sommario: La presente prassi di riferimento fornisce agli operatori del settore turistico-balneare gli elementi necessari per impostare, gestire e verificare i servizi offerti, garantendo al cliente adeguati livelli di sicurezza, qualità, fruibilità e rispetto dell'ambiente circostante. Le indicazioni fornite consentono di strutturare al meglio i servizi di uno stabilimento balneare in funzione delle peculiarità del luogo, delle dimensioni della spiaggia e delle caratteristiche degli impianti e delle opere, permettendo inoltre una classificazione dello stabilimento balneare nell’ottica della soddisfazione del cliente. Il documento può essere applicato a tutti gli stabilimenti balneari che forniscono servizi principali ed accessori alla balneazione, dotati di opportune strutture situate sul demanio marittimo.
Ambito di attività: Servizi turistici di balneazione
Proponente: UPB – Unione Proprietari Bagni Forte dei Marmi
Descrizione: UPB è un’associazione culturale tra i concessionari demaniali proprietari di pubblici stabilimenti balneari nel territorio del Comune di Forte dei Marmi. UPB persegue ogni forma di studio e ricerca socio-culturale per l’incremento dell’industria turistico-balneare e promuove una disciplina uniforme di pubblici stabilimenti balneari.
Data avvio Tavolo di lavoro: 12/06/2012
Data approvazione Tavolo di lavoro: 30/07/2012
Data termine consultazione: 14/09/2012
Data pubblicazione: 13/11/2012

Indirizzi metodologici e procedurali per l'asseverazione nel settore delle costruzioni edili ed ingegneria civile

Sommario: La presente prassi di riferimento ha lo scopo di fornire una serie di indicazioni generali e di dettaglio sugli obblighi, le responsabilità e gli aspetti gestionali, inclusa la tenuta documentale, riguardanti la sicurezza sul lavoro e la tutela ambientale, applicabili alle aziende di stampa industriale. Il presente documento si applica a tutte le tipologie di stampa, ma è stato redatto guardando con particolare attenzione alla stampa offset e flessografica.
Ambito di attività: Sicurezza sul lavoro nel settore delle costruzioni
Proponente: CNCPT – Commissione Nazionale dei Comitati Paritetici Territoriali
Descrizione: La commissione nazionale per la prevenzione infortuni, l’igiene e l’ambiente di lavoro costituisce, con i 98 Comitati Paritetici Territoriali (CPT), il sistema per la sicurezza in edilizia, finalizzato a migliorare le condizioni della salute e sicurezza nei cantieri. Alla CNCPT sono affidate le funzioni di indirizzo, controllo e coordinamento dei CPT e di interrelazione con gli altri Organismi nazionale competenti in materia di sicurezza e prevenzione. CNCPT è composta dalle associazioni dei datori di lavoro dell’edilizia e dalle organizzazioni sindacali di categoria.
Data avvio Tavolo di lavoro: 17/04/2012
Data approvazione Tavolo di lavoro: 14/09/2012
Data termine consultazione: 02/11/2012
Data pubblicazione: 19/02/2013

 

Per informazioni contattare:
Direzione Relazione Esterne, Sviluppo e Innovazione
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consultazione

 

I progetti di prassi di riferimento predisposti ed approvati dai Tavoli vengono resi pubblici e sottoposti a una consultazione aperta per raccogliere le osservazioni del mercato, che saranno discusse prima di procedere alla stesura della versione finale da pubblicare.

Si può liberamente scaricare il testo in formato pdf del progetto di prassi di riferimento di proprio interesse e sottoporre ad UNI eventuali osservazioni compilando il presente schema in formato editabile.

Lo schema con le osservazioni deve poi essere trasmesso a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il relativo termine posto per la fine della consultazione ("Termine Consultazione").

Titolo Termine Consultazione File PDF
Abbattimento barriere architettoniche - Linee guida per la riprogettazione del costruito in ottica universal design 09/10/2016
Dieta Mediterranea patrimonio immateriale UNESCO - Linee guida per la promozione di uno stile di vita e di una cultura favorevole allo sviluppo sostenibile 28/08/2016 -
Prodotti vetrari per l’edilizia - Linee guida per la progettazione ed elementi per il capitolato 24/07/2016 -
Linee Guida per la procedura operativa per l’asseverazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza nelle aziende dei servizi ambientali e territoriali 21/07/2016 -
Sviluppo della cultura dell’integrità degli individui - Indirizzi applicativi 30/06/2016 -
Caravan e autocaravan - Requisiti di servizio per la manutenzione e/o installazione accessori e impianti 31/05/2016 -
Tecnologia di realizzazione delle infrastrutture interrate a basso impatto ambientale *
- Sistemi per la localizzazione e mappatura delle infrastrutture nel sottosuolo 13/05/2016 -
- Posa di tubazioni a spinta mediante perforazioni orizzontali 13/05/2016 -
- Sistemi di perforazione guidata: Trivellazione Orizzontale Controllata (TOC) 13/05/2016 -
Responsabilità sociale delle organizzazioni - Indirizzi applicativi alla UNI ISO 26000 30/01/2016 -
Profili professionali della funzione Risorse Umane delle organizzazioni – Definizione dei requisiti di conoscenza, abilità e competenza e indirizzi operativi per la valutazione della conformità 29/01/2016 -
Raccomandazioni per la valutazione di conformità di parte terza accreditata ai requisiti definiti nella norma UNI 11558 "Valutatore immobiliare - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza" 18/01/2016 -
Linee guida per le attività di sondaggio esplorativo, assistenza archeologica in corso d’opera e scavo archeologico stratigrafico 29/11/2015 -
Raccomandazioni per la valutazione di conformità di parte terza ai requisiti definiti nella UNI/PdR 4 "Servizi di integrazione dei sistemi audio, video e controlli (AVC) – Requisiti di progettazione, installazione, configurazione, taratura, programmazione e verifica tecnica" 14/10/2015 -
Pareti doccia – Linee guida per l'installazione 26/04/2015 -
Sostenibilità ambientale nelle costruzioni – Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità *
- Inquadramento generale e principi metodologici 19/11/2014 -
- Edifici residenziali 19/11/2014 -
Valutazione della qualità economica dei progetti di trasformazione urbana 06/10/2014 -
Profili professionali presenti nelle banche commerciali – Requisiti di conoscenza, capacità e competenza *
- Inquadramento generale e principi metodologici 11/07/2014 -
- Area Filiale 11/07/2014 -
- Area Commerciale 11/07/2014 -
- Area Credito 11/07/2014 -
- Area Finanza 11/07/2014 -
- Aree Risk Management, Compliance, Operatori, Operation, Amministrazione e Risorse Umane/Organizzazione 11/07/2014 -
- Indirizzi operativi per la valutazione della conformità 11/07/2014 -
Raccomandazioni per la certificazione di terza parte secondo UNI (E01089400) - Figure professionali operanti sugli impianti a gas di tipo civile alimentati da reti di distribuzione - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza 09/07/2014 -
Linee guida per la governance di un Ente locale attraverso il coinvolgimento della comunità di riferimento e delle parti interessate 19/06/2014 -
Linee guida per lo sviluppo sostenibile degli spazi verdi - Pianificazione, progettazione, realizzazione e manutenzione 21/05/2014 -
Tecnologia di realizzazione delle infrastrutture interrate a basso impatto ambientale: sistemi di minitrincea 08/05/2014 -
Infrastrutture Critiche – Sistema di gestione della resilienza – Requisiti 15/12/2013 -
Amministrazioni Locali - Indicatori di prestazione 30/09/2013 -
Servizi di integrazione dei sistemi audio, video e controlli (AVC) – Requisiti di progettazione, installazione, configurazione, taratura, programmazione e collaudo 15/09/2013 -
Aziende di stampa industriale – Obblighi, responsabilità e aspetti gestionali per la sicurezza sul lavoro e la tutela ambientale 20/12/2012 -
Indirizzi metodologici e procedurali per l'asseverazione nel settore delle costruzioni edili ed ingegneria civile 02/11/2012 -
Stabilimenti balneari - Requisiti per la sicurezza, la qualità, la fruibilità e la sostenibilità dei servizi erogati dagli stabilimenti balneari 14/09/2012 -

* documento articolato in sezioni.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.