Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L'UNI è un punto di incontro tra i diversi attori del sistema socio-economico: imprese grandi, medie e piccole, professionisti, università e mondo della ricerca, Pubblica Amministrazione centrale e locale, consumatori, lavoratori e società civile.
Partecipare vuol dire appartenere ad un sistema di interrelazioni tra i diversi stakeholders che permette di:

  • essere parte attiva del processo democratico di elaborazione delle norme tecniche, influendo sui loro contenuti e facendo valere le proprie esigenze;
  • essere aggiornati sullo stato dell'arte dei prodotti, dei servizi e dei processi;
  • conoscere in tempo utile le "regole del gioco", anticipando i futuri sviluppi tecnologici e normativi;
  • migliorare la comunicazione, facilitando la stipulazione dei contratti e ottimizzando il rapporto clienti/fornitori;
  • ridurre i costi della ricerca ed i rischi ad essa connessi, confrontando con gli altri partecipanti la propria esperienza e conoscenza.

Secondo un'indagine svolta nel 2009 dall'AFNOR, Ente di Normazione della Francia, presso 1.790 imprese è emerso che per oltre il 69% di esse la normazione ha avuto un impatto economico positivo, contribuendo a generare profitti. Per il 71% la partecipazione alle attività di normazione ha reso possibile la comprensione e l'anticipazione delle future richieste del loro specifico mercato. Per il 70% la normazione ha contribuito ad aumentare il valore dell'azienda, grazie all'aumento di un fondamentale intangibile asset come la conoscenza.
Ma non si tratta solo di impatti positivi per le singole organizzazioni. La ricerca condotta nel 2011 dal DIN, Ente di Normazione della Germania, relativa ai benefici economici della normazione, dimostra come la normazione, intervenendo come catalizzatore di un più diffuso livello di conoscenza, abbia prodotto un effetto positivo sulla crescita economica nazionale, con valori che si collocano tra 0,7% e 0,8% per Francia e Germania.
Lo studio DIN del 2011 si conclude evidenziando che oltre ai vantaggi che generano mediante una più ampia diffusione della conoscenza, le norme garantiscono ulteriori benefici economici migliorando, ad esempio, il livello di safety sui luoghi di lavoro, la protezione dell'ambiente, il benessere sociale e la qualità della vita, riducendo i costi sociali associati. In questo modo, le norme tecniche scaricano lo Stato di un onere, legittimando così un ruolo istituzionale per la normazione.

pdfThe Economic Benefits of Standardization

Partecipare all'attività di normazione vuol dire collaborare alla definizione dei contenuti delle norme tecniche, che sono "soluzioni" e strumenti di autoregolamentazione del mercato. Elaborate consensualmente da esperti rappresentanti di tutte le parti interessate – produttori, utilizzatori, professionisti, commercianti, Pubblica Amministrazione, consumatori e lavoratori - le norme sono una risposta alle esigenze del mercato e partecipare all'attività di normazione significa fare le regole del proprio settore anziché subirle!
Per partecipare è sufficiente diventare Socio UNI.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.