Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

70anni unichimAlla presenza del presidente Bruno Brianzoli, lo scorso 30 novembre si è tenuta la manifestazione celebrativa dei 70 anni di UNICHIM. Numerosi sono stati i partecipanti: lo staff, i rappresentanti del Consiglio Direttivo e del Collegio Sindacale, i past president Alfredo Polito e Giampiero Bellini, collaboratori e dipendenti di passate gestioni. Presenti all’evento anche Piero Torretta e Ruggero Lensi - presidente e direttore generale di UNI - e Claudio Benedetti, direttore generale di Federchimica.

Gli interventi che si sono succeduti hanno toccato il percorso storico, la situazione attuale e le prospettive future dell’Ente.

Emblematici alcuni passaggi dell’intervento di Piero Torretta: “Erano gli anni della ricostruzione, delle speranze di rinascita, degli entusiasmi, dei grandi uomini che hanno reso possibile una crescita, uno sviluppo e una diffusione a larga scala del benessere che solo un’industria saggia e competitiva poteva garantire. Uomini eroici .... come Luigi Sessa che fondò UNICHIM o Giulio Natta, premio Nobel italiano per la chimica, che attuò la sinergia tra mondo accademico e mondo economico .... La normazione, aiutando a definire caratteristiche dei materiali .... metodi di calcolo...., favorendo la condivisione e la trasmissione della conoscenza, ha facilitato la complessa interazione tra scienza e industria...”.
Torretta ha ricordato l’impegno dell’industria chimica italiana per uno sviluppo sostenibile “inteso come connubio tra benessere delle persone, tutela dell’ambiente e crescita economica”, aggiungendo che "l’impegno della normazione per i temi che riportano la persona, la dignità, la sicurezza, la salute, al centro della sua attività, trova riscontro nelle Linee Politiche che il Consiglio Direttivo UNI ha approvato per il prossimo triennio. Un approccio che pone la normazione italiana all’avanguardia nel sistema CEN e ISO e che potrà essere sviluppata anche in virtù del ruolo che UNI ricoprirà nei prossimi anni nella governance della normazione europea".  

Una breve carrellata a ritroso nel tempo, nell’intervento di Claudio Benedetti, corredata da testimonianze legate alla sua pluridecennale militanza nel Consiglio Direttivo UNICHIM: “Federchimica ha sempre dimostrato grande lungimiranza nelle sue politiche di supporto al mondo industriale e proprio per questo ha promosso la costituzione di UNICHIM, di CERTICHIM (ora Certiquality), del Centro REACH e la realizzazione del progetto 'Responsible Care'".

Il direttore UNICHIM, Giovanni Perego, ha inquadrato l’attuale struttura dell’Ente attraverso il percorso storico, individuandone le tappe fondamentali: una fase iniziale, che ha visto concretizzarsi l’obiettivo per il quale UNICHIM era stata costituita, cioè fornire metodi normalizzati per caratterizzare i numerosi prodotti di un’industria come quella chimica, in forte espansione nel dopoguerra. Poi la maturità a livello normativo raggiunta attraverso la normazione CEN e ISO, i cambiamenti nella struttura degli Organi Tecnici, l’entrata della “qualità” nelle attività a fine anni ’80.

Oggi UNICHIM si occupa di prove che riguardano la qualità delle acque, i prodotti petroliferi, i fertilizzanti e matrici ambientali come suoli, sedimenti, fanghi; da oltre 4 anni è in possesso dell’accreditamento, rilasciato da ACCREDIA, sulla base della norma di riferimento, la UNI CEI EN ISO/IEC 17043.

Buon anniversario, UNICHIM!

 


 Un articolo più esaustivo sui 70 anni di UNICHIM sarà pubblicato sul numero 3/marzo 2018 della rivista U&C-Unificazione&Certificazione, organo ufficiale dell'UNI.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.