Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

premio2018 p torretta3Giunto alla sua 12ma edizione, il Premio Paolo Scolari ha chiuso quest'anno una Open Session dedicata alle opportunità aperte dal cosiddetto "Decreto normazione", recentemente pubblicato. Una novità - quella della Open Session - che ha visto una buona partecipazione di pubblico e che ha fatto da interessante cornice ai lavori dell'Assemblea ordinaria dei Soci, che si è tenuta nel pomeriggio.
In questo quadro, assegnare un premio a chi si è distinto nello sviluppo e nel consolidamento dell'attività di normazione tecnica volontaria non è stato un inutile esercizio auto-celebrativo, bensì un'occasione per dare visibilità e concretezza a un mondo spesso ancora poco conosciuto dai non addetti ai lavori.

premio2018 vincitoriFar comprendere e condividere il ruolo e la funzione della normazione, quindi: anche questo è uno degli obiettivi - ambizioso e per nulla secondario - che vede ogni anno impegnati oltre cinquemila esperti suddivisi in più di mille organi tecnici nazionali.
Perché la normazione da sempre è fatta “dalle persone”, “per le persone”. E il Premio Paolo Scolari - con i suoi nomi, i suoi volti e le sue storie - serve a ricordarcelo.
Quest'anno, poi, i premiati sono stati addirittura sette, perché un riconoscimento è stato assegnato a una “terna vincente” di normatori.
Conosciamo quindi questi nomi e queste storie.

premio2018 d alessandroIl primo nome è quello di Rita D'Alessandro.
Coordinatrice dei gruppi di lavoro “Supporti di pavimenti (massetti)” della commissione tecnica “Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio” e “Legno non strutturale” della commissione tecnica “Legno”, componente di numerosi altri gruppi di lavoro delle commissioni “Acustica e vibrazioni”, “Comportamento all’incendio” e “Vetro” nonché membro di organi tecnici CEN e ISO, Rita D'Alessandro è stata premiata per "l’impegno profuso nelle attività di normazione in un settore di rilevante importanza per il benessere della persona all’interno degli edifici: l’isolamento acustico della facciata dal rumore esterno, in particolare per quanto riguarda i criteri della posa in opera dei componenti (serramenti, sistemi di oscuramento/schermatura…)".
Un tema che, come si può comprendere, ha significative implicazioni nella vita di tutti i cittadini.

premio2018 janigroIl secondo premiato è stato Aldo Janigro.
Per 20 anni membro di organi tecnici UNI - in particolare è stato presidente dal 1997 al 2010 della commissione tecnica “Pompe” - ed esperto nazionale nei corrispettivi comitati CEN/TC 197 e ISO/TC 115, il premio gli è stato assegnato "per l’impegno competente, continuo e appassionato profuso nei lavori di normazione nazionali, europei e internazionali nel settore delle pompe idrauliche, per la miglior tutela e valorizzazione delle specificità dei prodotti e delle tecnologie italiane".
"Troppo spesso", ha ricordato a questo proposito il presidente UNI Piero Torretta, "sottovalutiamo il contributo che l’ingegno e l’impegno di tutti noi, nelle cose che facciamo bene, può dare al benessere di tutti. E disporre di strumenti per rendere possibile l’accesso all’acqua, ovunque sia collocata, sia per la sua emersione, sia per la sua distribuzione è un elemento fondamentale".

premio2018 tartara salin martiniLa terza premiazione ha coinvolto un'equipe di esperti. Giampiero Tartara, Sergio Salin e Antonio Martini hanno ricevuto questo riconoscimento "per l’impegno competente, continuo e appassionato profuso nei lavori di normazione nazionali, europei e internazionali in un settore – quello dei carrelli industriali – i cui prodotti sono di uso quotidiano per molti lavoratori e la cui sicurezza è dunque un valore imprescindibile".
Da anni instancabili ai tavoli della normazione - Tartara ha partecipato alla stesura e alla revisione delle norme armonizzate CEN e ISO facenti capo alla Direttiva Macchine 2006/42/CE; Salin è presidente della commissione “Trasporti Interni” e partecipa all’attività UNI, CEN e ISO fin dagli anni ’70; Martini è membro degli organi tecnici UNI dal 1976 e dal 2008 è coordinatore del CEN/TC 150 WG 10 “Electromagnetic compatibility and electrical/electronic requirements” - il loro lavoro dimostra quanto aspetti anche molto specialistici possano avere ricadute determinanti per la qualità del lavoro dell’uomo. Perché, come ha spiegato Piero Torretta al momento della premiazione, "ridurre i carichi di lavoro per l’uomo, rendere sicuro il suo lavoro, aumentare la produttività, è l’obiettivo che cerchiamo di realizzare in tutte le innovazioni che sviluppiamo".

premio2018 chiariglioneE a proposito di innovazioni e tecnologie, il premio assegnato a Leonardo Chiariglione è il segno più evidente di quanto l'attività di normazione permei il nostro quotidiano, anche negli aspetti di maggior modernità. Esperto UNINFO (Tecnologie informatiche e loro applicazioni), convenor dell’ISO/IEC JTC 1/SC 29/WG 11 “Coding of moving pictures and audio” e fondatore del Gruppo MPEG (Moving Picture Experts Group), Leonardo Chiariglione è stato premiato "per avere creato in ambito internazionale l’attività di standardizzazione dei media digitali, rivoluzionando - tramite la compressione dei video - il settore delle telecomunicazioni, dell’intrattenimento, dell’elettronica di consumo, dell’IT, nonché lo stile di vita di miliardi di utilizzatori".
Mai come in questo periodo l’elaborazione e l’accessibilità delle informazioni in formato digitale rappresentano una sfida e insieme un’opportunità per l’intero mondo della normazione.

premio2018 squinziL'ultimo premiato rappresenta per tutti un esempio di integrità e dedizione, oltre che un'eccellenza riconosciuta dell'imprenditoria nazionale.
Parliamo di Giorgio Squinzi, a cui è stato assegnato il Premio Paolo Scolari "per l'impegno profuso a livello nazionale, europeo e internazionale affinché la normazione fosse uno strumento di qualità e innovazione nonché di competitività dei prodotti di un settore tipicamente ‘Made in Italy’, come adesivi, sigillanti e prodotti chimici per l'edilizia, facendo della propria organizzazione un esempio di uso strategico delle norme tecniche volontarie".
Già presidente di Confindustria, nel mondo della normazione ha sempre ricoperto e tuttora ricopre ruoli di rilievo: convenor del CEN/TC 67/WG 3 “Products for installation of ceramic tiles”, componente dell'ISO/TC 189 “Ceramic tiles” e del gruppo di lavoro “Pavimenti di ceramica e adesivi per rivestimenti ceramici della commissione “Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio”.
Personali e sentite le parole che il presidente UNI Piero Torretta ha rivolto al premiato, ricordando come "la sua esperienza di lavoro e di vita, le sue passioni, la sua cultura, sono un grande dono per i suoi famigliari, per i suoi collaboratori, per la sua azienda, per i suoi amici, per le istituzioni di cui è parte e per la nostra città".

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.