17 luglio 2018: al via una nuova inchiesta preliminare - UNI - ENTE ITALIANO DI NORMAZIONE
Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

12 progetti di norma nazionale e di adozione di norme ISO e CEN stanno per iniziare l’inchiesta pubblica preliminare, che terminerà il prossimo 30 luglio. Le schede dei progetti sono disponibili, a partire da martedì 17 luglio, sulla banca dati online e aperte ai vostri commenti.

La Commissione Servizi presenta 3 progetti: UNI1604565 definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure professionali operanti nell’ambito dell’assistenza familiare quali colf generico polifunzionale, baby sitter e badante.
Gli altri 2 riguardano i servizi di integrazione dei sistemi Audio Video Luci e Controlli (AVLC). Per garantire qualità e trasparenza del servizio offerto, UNI1604857 specifica i requisiti di progettazione, i nstallazione, configurazione e taratura, programmazione e verifica tecnica. UNI1604858 stabilisce invece i requisiti relativi all’attività professionale dell'Integratore di sistemi AVLC, ossia la figura professionale che progetta, installa, configura, programma e verifica l'integrazione di sistemi AVLC professionali. I requisiti per le attività professionali sopracitate sono conformi all’European Qualifications Framework.

Definisce i requisiti della professione del criminologo - in conformità all'EQF - il progetto UNI1603734 di competenza della Commissione Attività professionali non regolamentate. La futura norma intende colmare un vuoto normativo: ad oggi non sussistono infatti specifici/formali requisiti per questa figura professionale.

UNINFO propone un rapporto tecnico che fornisce gli elementi di allineamento delle norme UNI 11621-2, UNI11621-3 e UNI 11648 relativamente al profilo di competenza professionale di project manager operante nel settore ICT-Web. Il progetto UNI1604826 mette in relazione specializzazioni di figure professionali con il medesimo nome ma con un ambito di intervento differente.

Per una corretta esecuzione dei rilievi degli incidenti stradali e per la qualificazione dei tecnici per la loro ricostruzione e analisi, la Commissione Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture è interessata ai progetti UNI1604919 e UNI1604920, che vanno a sostituire rispettivamente le UNI 11294:2015 e UNI 11472:2013.

Allo scopo di supportare i nuovi Regolamenti Europei sui Dispositivi medici (MDR) e Diagnostici in vitro (IVDR), la Commissione Tecnologie biomediche e diagnostiche intende recepire il CEN/TR 17223:2018. Il progetto UNI1604516 fornisce una guida sulla relazione tra i requisiti dei Regolamenti europei e la EN ISO 13485:2016.

La Commissione Tecnologie nucleari e radioprotezione propone un progetto che ha lo scopo di definire le caratteristiche, i requisiti e i criteri di progetto per i contenitori da utilizzare per il confezionamento dei rifiuti radioattivi solidi.

Rappresenta l’adozione della norma ISO 3858:2018 il progetto di norma UNI1604833 di competenza della Commissione Gomma; l’esigenza è quella di uniformare a livello nazionale il metodo per determinare la trasmittanza luminosa dell’estratto in toluene del nero di carbonio, adottando quelli internazionali stabiliti dalla norma internazionale. Sostituisce UNI ISO 3858:2009.

La Commissione Saldature propone l’adozione della ISO 10225:2013, norma che specifica il codice-lettera della marcatura per apparecchiature utilizzate per la saldatura a gas, il taglio e i processi correlati. Il codice del progetto: UNI1604836.

Infine, per anticipare ai laboratori come presentare i dati dell’incertezza nel futuri rapporti di prova del potere fonoisolante, la SC 01 “Acustica in edilizia” (mista tra le Commissioni Acustica e vibrazioni e Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio) propone il progetto UNI1604883.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.