Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono ben 19 i progetti di norma nazionale e di adozione di norme ISO che vengono sottoposti in questi giorni (dall'1 al 14 aprile 2019) all’inchiesta pubblica preliminare, la fase del processo normativo che permette di vagliare preventivamente l’interesse del mercato in merito a specifiche attività che la normazione intende sviluppare.
Aspettiamo i vostri commenti: le schede dei progetti (>> vai al db) saranno disponibili solo a partire dalla data di inizio inchiesta.

Una rapida panoramica…

La Commissione Ergonomia propone il progetto UNI1605938 che fornisce raccomandazioni a coloro che si occupano della progettazione, o riprogettazione, del lavoro e dei prodotti basate sui concetti base dell'ergonomia alle posture assunte per motivi di lavoro, al fine di valutare i rischi per la salute. Adotta ISO 11226:2000.

Riguardano la catena di custodia del legno e dei prodotti a base di legno, sughero e materiali lignificati diversi dal legno come il bambù (UNI1605961), la disinfestazione del legno di latifoglia da lictidi e la protezione temporanea dei segati con trattamento chimico (UNI1605964) e i requisiti generali degli impianti di impregnazione del legname (UNI1605965) tre progetti di interesse della Commissione Legno.

3 progetti vengono presentati dalla Commissione Sicurezza. UNI1605937 specifica i requisiti generali di sicurezza per le betoniere semoventi autocaricanti; UNI1605973 consentirà la costruzione e l'uso in sicurezza dei piccoli trabattelli su due ruote mentre UNI1605974 definisce le reti di sicurezza di piccole dimensioni con fune sul bordo per utilizzo orizzontale e loro accessori utilizzati in situazioni con pericolo di cadute dall'alto.

La Commissione Acustica e vibrazioni intende adottare la ISO 21940-1:2019. Il progetto UNI1605962 fornisce una visione generale della tecnica di bilanciamento per l’equilibratura dei rotanti contro le vibrazioni meccaniche.

E ancora: futuro TR, il progetto UNI1605971 ha lo scopo di formare una base di conoscenze comuni utili per la redazione del manuale per l'utilizzo e l'installazione dei dispositivi di ritenuta stradali. Competenza della Commissione Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture.

La Commissione Tessile e abbigliamento propone il progetto UNI1605869 che descrive i metodi per determinare il contenuto di pentaclorofenolo e tetraclorofenolo e loro sali ed esteri nei prodotti tessili per la loro estrazione, al fine di tutelare la salute del consumatore.

UNI1605972 contiene le linee guida per la classificazione, la definizione della composizione e la valutazione delle caratteristiche prestazionali delle malte impiegate negli interventi di restauro di manufatti e opere di interesse storico-artisticoarchitettonico-archeologico. UNI1606044 riguarda invece la resistenza all’effrazione di porte pedonali, finestre, facciate continue, inferriate e chiusure oscuranti. I progetti sono proposti dalla Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio.

Il CTI propone il progetto UNI1605727 relativo alle caratteristiche e trattamento delle acque impiegate negli impianti di raffreddamento e di umidificazione.

La Commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato è interessata a 2 progetti: UNI1605975 definisce la procedura per l'ispezione delle strutture di calcestruzzo armato allo scopo di valutare il loro rischio di corrosione; UNI1605998 specifica le modalità esecutive della prova di espansione accelerata in calcestruzzo, al fine di valutare la reattività alcali-silice di un aggregato per calcestruzzo.

Alla Commissione Tecnologie nucleari e radioprotezione interessa adottare la norma ISO 19443:2018. Il progetto UNI1605976 ha lo scopo di aumentare la cultura della sicurezza e la comprensione dei requisiti di qualità armonizzando e standardizzando la valutazione dei fornitori esterni della filiera nucleare e degli audit di qualità.

2 progetti in tema di attività professionali non regolamentate definiscono i requisiti di conoscenza, abilità e competenza del designer (UNI1605885 della Commissione Attività professionali non regolamentate) e delle figure afferenti alla gestione per la qualità (UNI1606036 della Commissione Gestione per la qualità e metodi statistici).

L’ultimo progetto UNI1606048 (adozione ISO 3901:2019) di interesse della Commissione Documentazione e Informazione fornisce le specifiche del Codice internazionale standard per le registrazioni (ISRC), per l'identificazione univoca delle registrazioni musicali.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.