Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.

Eventi meteorologici estremi, temperature in aumento, emissioni di gas a effetto serra sono tutti aspetti dei cambiamenti climatici che possono avere un impatto diretto sulle imprese ma che, paradossalmente, possono generare anche delle opportunità.

Un recente rapporto della UNFCCC (United Nations Framework Convention on Climate Change) ha dimostrato che un gruppo formato dalle più grandi aziende del mondo - dal valore collettivo di circa 17.000 miliardi di dollari americani - ha valutato il costo dei rischi legati al clima nelle loro attività intorno a 1.000 miliardi USD. Per contro, i guadagni potenziali da opportunità di business sono stati valutati più del doppio1).
Solidi piani di adattamento ai cambiamenti climatici sono quindi essenziali per le aziende.

La ISO 14090 “Adaptation to climate change - Principles, requirements and guidelines” è la prima di una serie di norme internazionali in arrivo; il suo scopo è di aiutare le organizzazioni a valutare gli impatti dei cambiamenti climatici e ad attuare piani di adattamento efficaci. Da un lato permetterà alle imprese di identificare e gestire i rischi, dall'altro di cogliere ogni opportunità che il cambiamento climatico potrebbe offrire. La norma fornisce un quadro che permette alle organizzazioni di tenere in adeguata considerazione i cambiamenti climatici nelle fasi di progettazione e di implementazione di politiche, strategie, piani e attività.

 

cambiamenti climatici2

 

Secondo John Dora, co-convenor del gruppo di lavoro WG 9 dell’ISO/TC 207/SC 7 “Greenhouse gas management and related activities” gli impatti dei cambiamenti climatici - come episodi meteo imprevisti e improvvise variazioni di temperatura - possono avere un impatto significativo sulle performance finanziarie di organizzazioni impreparate, con possibili danni alle infrastrutture o un'interruzione delle loro attività.
“Comprendere gli impatti dei cambiamenti climatici non riguarda solo coloro che attuano azioni per agire sul clima. Le decisioni organizzative vanno prese sulla base di rischi e opportunità, quindi è utile comprendere la resilienza lungo tutta la catena del valore: negli acquisti, negli investimenti, nei servizi assicurativi…”.

 La nuova ISO 14090, destinata a ogni tipologia di organizzazione con o senza piani di adattamento in atto, rappresenta lo standard generale per l’adattamento ai cambiamenti climatici. Ulteriori orientamenti verranno forniti dalle norme ISO 14091 “Adaptation to climate change - Vulnerability, impacts and risk assessment” e ISO 14092 “GHG Management and related activities: requirement and guidance of adaptation planning for organizations including local governments and communities” in fase di elaborazione.

Con l’applicazione della ISO 14090 le organizzazioni contribuiranno al raggiungimento dell'obiettivo di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite SDG 13 Lotta contro il cambiamento climatico.

 


 1) UNFCCC news: Major Companies Face USD 1 Trillion in Climate Risks

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.