Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L’urbanizzazione è in crescita ed esercita pressioni senza precedenti su risorse e infrastrutture: le 600 città più grandi del mondo ospitano il 20% della popolazione producendo il 60% del PIL mondiale. E le stime non ci rassicurano: entro il 2050 il 68% della popolazione mondiale vivrà nelle città1) e questa tendenza aumenta i rischi in caso di eventi non prevedibili. Per fare un esempio, nel 2018 oltre 17 milioni di persone sono state sfollate a seguito di inondazioni o altri fenomeni devastanti2).

resilienza urbana

Con i cambiamenti climatici che rendono questi disastri più frequenti e sempre meno prevedibili, i centri urbani devono avere la capacità di reagire. Sono recentemente partiti i lavori per lo sviluppo di una norma internazionale per la resilienza urbana, volti a rinforzare la capacità delle autorità locali e nazionali di affrontare le sfide legate al clima e ai mutamenti demografici. Lo standard definirà un quadro di resilienza urbana chiarendo principi e concetti e faciliterà l’identificazione, l’implementazione e il monitoraggio delle azioni per rendere i centri urbani più sicuri, resilienti e sostenibili.

I lavori di normazione sono guidati da UN-Habitat, il programma delle Nazioni Unite volto a migliorare gli insediamenti urbani e la loro resilienza. Con 15 anni di lavoro alle spalle, UN-Habitat affiancherà gli esperti internazionali del comitato tecnico incaricato dell’elaborazione della norma, l’ISO/TC 292 “Security and resilience”.

Esteban Leon, responsabile del City Resilience Profiling Programme in ambito UN-Habitat e membro del gruppo di lavoro incaricato dello sviluppo della norma, ha sottolineato che una città resiliente deve valutare, pianificare e prendere le misure per poter reagire a tutte le sfide, siano esse improvvise o a lenta evoluzione.
“Per affrontare situazioni di emergenza, la maggior parte delle città ha bisogno di linee guida che spieghino più chiaramente le modalità operative e gli obiettivi stabiliti. La norma ISO aiuterà a migliorare la vita dei cittadini”.

La futura norma si baserà su altri standard ISO e sull’esperienza di altri comitati tecnici: per citarne uno, l’ISO/TC 268 “Sustainable cities and communities”. Contribuirà direttamente al raggiungimento dell’Obiettivo 11 “Città e comunità sostenibili” dell’Agenda ONU 2030.

 


1) UN 2018 Revision of World Urbanization Prospects 
2) Global Report on Internal Displacement 2019

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.