Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Il CEN/WS 103 “Real drive test method for collecting vehicle in-cabin pollutant data” intende sviluppare un CWA che definisca un metodo di prova per la raccolta di dati sulla qualità dell’aria all’interno degli abitacoli dei veicoli.
L’attività verrà avviata il prossimo 4 novembre, a Bruxelles, con la prima riunione insediativa del Workshop europeo (Kick-off meeting agenda).

cen logo oblRicordiamo che i CEN Workshop (CEN/WS) sono gruppi di lavoro aperti a tutte le organizzazioni, europee o internazionali, interessate alla definizione di documenti di riferimento di carattere particolarmente innovativo, i CEN Workshop Agreement (CWA).

Il punto al centro dei lavori del CEN/WS 103 è avere un metodo per valutare quanto i filtri degli autoveicoli riescano a fare da barriera agli inquinanti e quanto i sistemi di ventilazione siano efficaci per mantenere un buon circolo e una buona qualità dell’aria per i guidatori.
Si tratta di un fattore molto rilevante per quanto concerne il tema dell’inquinamento e della salute generale dei cittadini. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha infatti dichiarato che non esistono soglie minime “tollerabili” per l’inquinamento da particolato. L’unico limite sicuro è zero. In breve: "l'inquinamento da particolato ha effetti sulla salute anche a concentrazioni molto basse e in pratica non è stata identificata alcuna soglia al di sotto della quale non si osservano danni alla salute".
Un recente studio americano ha rilevato una stretta correlazione tra esposizione a particelle inquinanti e mortalità. Un dato evidenziato anche dai numeri ormai tristemente noti sempre dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: una stima di 7 milioni di morti all’anno per effetti legati all’esposizione a particelle inquinanti presenti nell’aria.
Insomma: il tema ha una sua eloquente attualità.

A proporre il CEN Workshop è la AIR Alliance (Allow Independent Road-testing Company Ltd), un’organizzazione no profit nata nel 2017, impegnata nel migliorare la qualità dell’aria fornendo valutazioni - indipendenti e affidabili - delle emissioni dei veicoli su strada.

I CWA sono documenti tecnici, elaborati sulla base del consenso, che restano in vigore per tre anni, al termine dei quali si può deciderne il prolungamento della validità per un altro triennio, la modifica e ripubblicazione come nuovo documento, il ritiro o, al contrario, la trasformazione del CWA in una proposta di nuova attività normativa europea o internazionale.

Chiunque fosse interessato può inviare i propri commenti alla bozza di Project Plan a Elena Mocchio (Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ), utilizzando l’apposito modulo che trovate nei link qui di seguito, entro il 21 ottobre 2019.
I lavori di elaborazione del CWA dovrebbero concludersi indicativamente tra dicembre 2020 e gennaio 2021.

Draft Project Plan (formato PDF)

Commenting form (formato WORD, collegamento a ftp CEN e CENELEC)

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.