Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dall’11 al 24 settembre 2019 sei progetti di interesse della Commissione Trasmissioni oleoidrauliche e pneumatiche si trovano nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare, fase fondamentale del processo normativo. Tutti gli interessati possono inviare commenti attraverso l'apposita scheda (>> consulta la banca dati).

 UNI1606761 “Oleoidraulica - Elementi filtranti – Verifica della resistenza a fatica mediante l’utilizzo di contaminante solido particellare” (adozione ISO 3724:2007) specifica un metodo per determinare la resistenza di un elemento filtrante idraulico alla fatica dopo che è stato caricato con contaminante solido particellare e sottoposto a una portata variabile in modo uniforme e a una pressione differenziale terminale predeterminata. La norma sostituisce la UNI ISO 3724:1991.

UNI1606762 “Oleoidraulica - Fluidi - Metodo di codificazione del livello di contaminazione da particelle solide” (adozione ISO 4406:2017) specifica il codice da utilizzare nella definizione della quantità di particelle solide presenti nel fluido utilizzato in un determinato sistema idraulico. Sostituisce UNI ISO 4406:2013.

UNI1606763 “Oleoidraulica - Sistemi in linea di conteggio automatico delle particelle per liquidi - Metodi di taratura e validazione” (adozione ISO 11943:2018) è utile per:

  • convalidare l'attrezzatura utilizzata per preparare le sospensioni di taratura secondaria per i contatori automatici di particelle;
  • eseguire la taratura secondaria online dei contatori automatici di particelle;
  • far corrispondere due o più contatori di particelle online, ovvero per contare lo stesso numero di particelle a una determinata dimensione da due APC associati online;
  • convalidare sistemi di conteggio delle particelle online con e senza diluizione online, come per esempio per misurare l'efficienza di filtrazione di un filtro idraulico, come descritto nel test del filtro multipass nella ISO 16889.

UNI1606765 “Oleoidraulica – Metodo per la valutazione delle prestazioni di separazione dell’acqua dei disidratatori” (adozione ISO 18237:2017) fornisce una procedura di prova che permette di ottenere risultati riproducibili per le prestazioni di rimozione dell'acqua del disidratatore, in modo che le prestazioni delle unità in prova siano confrontate sulla stessa base utilizzando lo stesso fluido di prova. Si applica solo alle unità di disidratazione in grado di essiccare un fluido idraulico a un valore inferiore al 20 % rispetto al livello di saturazione dell'acqua del fluido stesso alla temperatura di prova.

UNI1606766 “Oleoidraulica – Monitoraggio del livello della contaminazione da particelle solide del fluido – Parte 1: Principi generali” (adozione ISO 21018-1:2008) specifica i metodi e le tecniche applicabili al monitoraggio dei livelli di contaminazione da particelle solide nei sistemi idraulici. La norma descrive anche i vantaggi relativi alle varie tecniche in modo da poter scegliere il monitor corretto per una data applicazione. Le tecniche descritte sono adatte al monitoraggio del livello generale di pulizia dei sistemi idraulici, dei progressi nelle operazioni di flussaggio, delle attrezzature di supporto e dei banchi prova.

UNI1606767 “Oleoidraulica – Metodo per la valutazione delle prestazioni di separazione dell’acqua dei disidratatori” (adozione ISO 21018-3:2008) definisce una procedura di prova che fornisce risultati riproducibili per le prestazioni di rimozione dell'acqua del deidratatore in modo che le prestazioni delle unità candidate siano confrontate sulla stessa base utilizzando lo stesso fluido di prova. Si applica solo alle unità di disidratazione in grado di essiccare un fluido idraulico a meno del 20 % del livello di saturazione dell'acqua del fluido idraulico alla temperatura di prova.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.