Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

idrogeno2Anche la normazione parla di idrogeno. E nello specifico di apparecchiature che riguardano l’uso e l’impiego dell’idrogeno per i veicoli; un tema davvero di grande interesse e attualità. È la commissione Recipienti fissi e trasportabili per gas compressi, disciolti o liquefatti che ha da poco recepito anche in lingua italiana la EN ISO 17268.

Questo documento definisce le caratteristiche di progettazione, sicurezza e di funzionamento dei collegamenti per il rifornimento dei veicoli terrestri a idrogeno gassoso (GHLV).

I collegamenti per il rifornimento GHLV sono costituiti, a seconda dei casi, dai componenti seguenti:

  • presa del ricevitore e cappuccio di protezione montato sul veicolo (cioè il dispositivo predisposto per ricevere l’ugello);
  • ugello (cioè il dispositivo collegato a un impianto di erogazione);
  • hardware di comunicazione (cioè i componenti di associazione dati a infrarossi).

La norma è applicabile ai collegamenti per il rifornimento che hanno pressioni di esercizio nominali o livelli di servizio dell'idrogeno fino a 70 MPa. Non è applicabile ai collegamenti per il rifornimento che erogano miscele di idrogeno con gas naturale. 

Gli ugelli e le prese devono essere progettati in conformità ai concetti ragionevoli di sicurezza, durabilità e manutenibilità.

Le attrezzature progettate e sottoposte a prova in conformità al documento devono:

  1. impedire che i veicoli alimentati a idrogeno siano riempiti mediante stazioni di rifornimento con pressioni di esercizio e/o portate maggiori rispetto ai valori di progettazione specificati per il veicolo;
  2. impedire che i veicoli alimentati a idrogeno siano riempiti mediante stazioni di rifornimento di altri gas compressi, per esempio gas naturale e miscele di gas naturale e idrogeno; e
  3. impedire che i veicoli alimentati con altri gas siano riempiti mediante stazioni di rifornimento dell'idrogeno.

Gli ugelli e le prese devono essere ben montati e fabbricati in conformità alla buona pratica ingegneristica. Pertanto questi componenti devono essere:

  1. progettati per ridurre al minimo la possibilità di montaggio errato;
  2. progettati per essere stabili rispetto a spostamenti, distorsioni, deformazioni o altri danni;
  3. costruiti per mantenere l'integrità operativa in condizioni normali e ragionevoli di manipolazione e utilizzo; e
  4. progettati senza alcun mezzo evidente che ne comprometta le caratteristiche di sicurezza. 

All’interno della UNI EN ISO 17268 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  1. ISO 188 Rubber, vulcanized or thermoplastic - Accelerated ageing and heat resistance tests;
  2. ISO 1431-1 Rubber, vulcanized or thermoplastic - Resistance to ozone cracking - Part 1: Static and dynamic strain testing;
  3. ISO 9227 Corrosion tests in artificial atmospheres - Salt spray tests;
  4. ISO 12103-1 Road vehicles - Test contaminants for filter evaluation - Part 1: Arizona test dust;
  5. ISO 15501-1 Road vehicles - Compressed natural gas (CNG) fuel systems - Part 1: Safety requirements.

Informazioni per l’acquisto

UNI EN ISO 17268:2020 “Dispositivi di collegamento per il rifornimento dei veicoli terrestri a idrogeno gassoso”
Euro 55,00 + iva (in lingua inglese) - Euro 72,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci
Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì)
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.