Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

scaffalature palletL’ambito logistico che comprende chiaramente lo stoccaggio delle merci è alla base degli scambi commerciali di tutti i giorni. Tema a dir poco rilevante anche alla luce degli ultimi sviluppi che causa Covid intensificano la circolazione di beni.

La normazione e in particolare la commissione Ingegneria strutturale si è occupata del recente recepimento, anche in lingua italiana, di un documento a tema: la EN 15620.

La norma specifica le tolleranze, le deformazioni e i giochi che riguardano la produzione, l'assemblaggio, il montaggio e le prestazioni sotto carico delle scaffalature portapallet e delle scaffalature cantilever. Tali tolleranze, deformazioni e interspazi sono importanti in relazione ai requisiti funzionali che assicurano la corretta interazione dell'attrezzatura di movimentazione utilizzata dal personale, istruito, qualificato e competente, con il tipo specifico di scaffalatura. Inoltre sono importanti le condizioni di interazione, nella determinazione dell'affidabilità del sistema di stoccaggio, al fine di assicurare che la probabilità di urto dell'attrezzatura di movimentazione meccanica, di urto dei pallet o di guasto al sistema sia accettabilmente bassa.

La UNI EN 15620 è limitata a:

  1. scaffalature portapallet in profondità singola azionate con carrelli industriali;
  2. scaffalature portapallet in singola e doppia profondità, servite con trasloelevatori;
  3. drive-in e drive through sistemi di scaffalature serviti con carrelli industriali;
  4. sistemi di scaffalature cantilever serviti con carrelli industriali.

Il documento non si applica a tipi specializzati di attrezzature come carrelli automatizzati, miniload, sistemi satellitari, sistemi che comportano l'uso di carrelli articolati, carrelli che utilizzano metodi di accatastamento intrusivi o edifici con scaffalature servite da carrelli industriali.

Esclude, inoltre, in modo specifico le tolleranze e la deformazione di carrelli industriali, trasloelevatori e pavimenti.

È responsabilità del redattore delle specifiche, in collaborazione con il cliente o l'utente, assicurarsi che le tolleranze, le deformazioni e gli interspazi citati nel documento siano accettabili per la sicurezza di funzionamento dell'intero sistema, considerando tutti i fattori di influenza e informandone l'utente mediante mezzi quali le istruzioni operative.

Il redattore delle specifiche può effettuare una progettazione/calcoli appropriati finalizzati a variare alcuni dei parametri a condizione dli ottenere una sicurezza di funzionamento equivalente.

Il documento fornisce linee guida da utilizzare congiuntamente alle informazioni sull'attrezzatura di movimentazione meccanica e sul pavimento.

All’interno della UNI EN 15620 sono citati i seguenti riferimenti normativi:

  • EN 15512 Steel static storage systems - Adjustable pallet racking systems - Principles for structural design;
  • EN 15629 Steel static storage systems - Specification of storage equipment;
  • EN 15878 Steel static storage systems - Terms and definitions.

Informazioni per l’acquisto

UNI EN 15620:2021 “Sistemi di stoccaggio statici di acciaio - Scaffalature portapallet - Tolleranze, deformazioni e interspazi”
Euro 75,00 + iva (in lingua inglese) - Euro 75,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci
Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì)
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.