Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

La parola forse non è ancora entrata nel comune vocabolario, ma il cosiddetto Digital Badge (badge digitale) è già una realtà consolidata.
Di che cosa si tratta?
data interchangeCome suggerisce il nome, si tratta di un oggetto digitale, spesso in forma di rappresentazione grafica, che attesta le competenze maturate da un soggetto in tutti i contesti formativi ed esperienziali, controllabili e trasferibili, che contengono dati importanti su abilità e prestazioni. E' dunque un modo flessibile e condiviso per riconoscere l'apprendimento, dentro e fuori l'istruzione formale e il posto di lavoro.

Ora grazie all'iniziativa di quattro organizzazioni - ANFIA Service; SAA – School of Management Università di Torino; ASSOLAVORO Academy; IQC srl - UNI intende avviare i lavori per un progetto di Prassi di Riferimento che definisca in modo univoco delle linee guida per l'impostazione dei contenuti - e degli eventuali allegati - che un Digital Badge dovrebbe contenere per rappresentare in modo esauriente e chiaro le conoscenze, le competenze e abilità che le persone acquisiscono a seguito di percorsi formativi o esperienziali.

Il documento si rivolge a tutti coloro che sono interessati a fornire ai propri discenti, clienti o dipendenti un valore aggiunto in termini di rappresentazione di conoscenze, competenze e capacità. Le linee guida non intendono fornire indicazioni che vadano ad alterare le procedure di erogazione e qualifica dei percorsi formativi ma si limita a fornire indicazioni su come rappresentare in forma digitale le informazioni che arricchiscono di contenuti il valore trasferito o comunque acquisito dalle persone, potenziandone la capacità di comunicazione grazie alla flessibilità ed interoperabilità del mondo digitale e l'impiego delle reti social.

Nel 2018, su proposta di IQC srl, furono pubblicate delle Linee Guida sull'argomento dal titolo "Il modello IQC per la diffusione degli open badge in Italia" e il D.B.S.T. (Digital Badge Stakeholder Table) ha realizzato in seguito una revisione di quel documento, chiamato "Sistema per la rappresentazione e gestione digitale delle competenze delle persone e conoscenza nelle Organizzazioni, attraverso la creazione e rilascio di Digital Badge", ma ora si ritiene che l'elaborazione di una specifica prassi di riferimento (UNI/PdR) che si occupi di definire in primis gli aspetti organizzativi e procedurali dei Digital badge, sia un contributo più utile per tutte le parti interessate.

I lavori di elaborazione della Prassi di riferimento saranno avviati giovedì 7 aprile.

Per ulteriori informazioni, consultate la pagina dei progetti di Prassi di riferimento in corso.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.