Stampa 

Agroalimentare, energia rinnovabile, professionisti dell’informazione geografica e pneumatici. Inchiesta pubblica finale con scadenza 9 luglio.

IPF
  

Sono in inchiesta pubblica finale, con scadenza 9 luglio, otto progetti di norma.

La commissione UNI/CT 003 Agroalimentare propone tre progetti. Vediamoli qui di seguito. Il primo, UNI1610254, s’intitola “Oli e grassi vegetali ed animali e derivati - Olio di canapa di spremitura a freddo, ottenuto dai semi di Cannabis sativa L. - Caratteristiche e metodi di analisi”. Questo documento stabilisce le caratteristiche e i metodi di analisi dell'olio di canapa di spremitura a freddo, ottenuto dai semi di Cannabis sativa L. per uso alimentare.

Il secondo, UNI1610255, “Oli e grassi vegetali ed animali e derivati - Olio di cartamo raffinato, ottenuto dai semi di Carthamus tinctorius L. - Caratteristiche e metodi di analisi” stabilisce le caratteristiche e i metodi di analisi dell'olio di cartamo raffinato ottenuto dai semi del Carthamus tinctorius L. ad uso alimentare.

Per finire il terzo, UNI1610256, “Oli e grassi vegetali ed animali e derivati - Olio di cartamo ad alto oleico raffinato, ottenuto dai semi di Carthamus tinctorius L. - Caratteristiche e metodi di analisi” stabilisce le caratteristiche e i metodi di analisi dell'olio di cartamo ad alto contenuto di acido oleico raffinato ottenuto dai semi del Carthamus tinctorius L. ad uso alimentare.

Passiamo all’ente federato CTI - Comitato Termotecnico Italiano che pone all’inchiesta tre progetti. Eccoli qui di seguito. Il primo, UNI1607324, s’intitola “Impianti di co-combustione, incenerimento e co-incenerimento - Determinazione della frazione di energia rinnovabile prodotta dall'impianto mediante la misura del 14C al camino”. Questa specifica tecnica fornisce i principi e i requisiti per la determinazione della frazione di energia rinnovabile prodotta da impianti di co-combustione, incenerimento e co-incenerimento alimentati con combustibili ibridi mediante la misura del 14C al camino. È applicabile alla determinazione dell'energia rinnovabile prodotta in impianti di gassificazione e pirolisi; è anche applicabile alla valutazione delle emissioni di CO2 ai fini della normativa sull’”emission trading”.

Il secondo, UNI1608257, “Metodologie per la misura dell'energia termica assorbita e rilasciata negli impianti di climatizzazione centralizzati” fornisce i requisiti di base per la scelta, l'installazione e l'utilizzo dei sistemi di misura dell'energia assorbita e rilasciata nei sistemi di climatizzazione centralizzati ai fini della ripartizione dei consumi individuali. Si applica agli impianti a tutt'aria, idronici, a espansione diretta e misti.

Il terzo ed ultimo, UNI1609482, ha per titolo “Procedura di asseverazione per i sistemi di automazione e regolazione degli edifici in conformità alla UNI EN 15232-1”. È una specifica tecnica e fornisce la procedura di asseverazione per i sistemi di automazione e regolazione degli edifici (BACS) come definiti nella UNI EN 15232-1. L'asseverazione consente pertanto di verificare la conformità del sistema BACS, come realizzato, a una classe di efficienza (A, B, C e D) per gli edifici residenziali e non residenziali.

È la volta dell’ente federato UNINFO - Tecnologie Informatiche e loro applicazioni e il progetto UNI1609894 “Attività professionali non regolamentate - Profili di ruolo professionale per l'ICT - Parte 5: Profili di ruolo professionale relativi all'informazione geografica”. Il documento definisce i profili di ruolo professionale di terza generazione relativi alle professionalità operanti nel settore dell'informazione geografica utilizzando i principi specificati nella UNI 11621-1.

Concludiamo con l’ente federato CUNA - Commissione tecnica di Unificazione nell'Autoveicolo che pone l’attenzione al progetto UNI1609927 “Istruzioni per l'immagazzinamento dei pneumatici, delle camere d'aria e dei protettori”. Questo documento ha lo scopo di fornire le istruzioni miranti ad assicurare un corretto immagazzinamento dei pneumatici, delle camere d’aria e dei proiettori.

 

L'inchiesta pubblica finale serve a raccogliere i commenti degli operatori e a ottenere il consenso più allargato possibile prima che il progetto diventi una norma, soprattutto da parte di chi non ha potuto partecipare alla prima fase di elaborazione normativa.

Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti (>> vai alla banca dati).
Scopri come partecipare alle attività di normazione (>> vai alla sezione Associazione).

 


Data di scadenza dell’inchiesta pubblica finale: 9 luglio 2022.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.