Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

Infortuni nei luoghi di lavoro: è possibile diminuirli?
Indubbiamente sì. La sicurezza sul lavoro è da tempo un tema tristemente noto alle cronache ed è divenuta una delle emergenze prioritarie per le più alte Istituzioni e per i vari Esecutivi che si sono succeduti negli ultimi anni.
Tuttavia l'impegno su questo versante deve coinvolgere tutti gli attori in gioco, a vario titolo e a vario livello. Non a caso recentemente il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi ha chiarito che la linea del Governo prevede "pene più severe e immediate", ma anche "collaborazione all'interno dell'azienda per individuare precocemente le debolezze in tema di sicurezza del lavoro".

attrezzature lavoro audit efficace coverUn sistema articolato, dunque, che non può prescindere dal ruolo fondamentale degli ispettori del lavoro che tuttavia, in questa particolare congiuntura storica, soffre di una sensibile carenza di risorse.
In tal senso assume ancora più rilevanza la verifica ispettiva condotta nell'ambito della certificazione accreditata che costituisce uno dei principali strumenti di qualificazione delle imprese, la cui credibilità deve pertanto restare indiscussa. Per questo è fondamentale l'omogeneità dei parametri e dei criteri di valutazione da parte degli auditor e dei vari operatori del sistema.
Da qui l’importanza di un audit efficace.

Se si considera che, tra gli infortuni, particolarmente rilevanti in termini di gravità sono quelli che coinvolgono le attrezzature di lavoro e che il tema ha una sua innegabile complessità in quanto coinvolge diversi schemi di certificazione ed è oggetto di un corpus normativo assai variegato, ecco spiegato il valore del documento che rendiamo ora disponibile gratuitamente sul nostro sito (Guide e brochure >>).

"Attrezzature di lavoro e prevenzione degli infortuni: come effettuare un audit efficace" vuole fornire agli auditor una guida nella delicata materia delle attrezzature di lavoro: uno strumento operativo "pratico" per gli audit di tali schemi.
Partendo dagli aspetti giuridici e normativi e da una tabella di correlazione tra norme tecniche e leggi applicabili, il documento approfondisce diversi schemi di riferimento (schema SGQ, schema SCR, schema PRD/ISP), dando agli auditor indicazioni e riferimenti pratici di grande utilità nello svolgimento della loro attività.

unitrain logo oblA conferma della centralità del tema della salute e sicurezza sul lavoro anche per il Sistema UNI, segnaliamo che dal prossimo mese di ottobre è previsto uno specifico corso UNITRAIN dal titolo "Audit Efficaci secondo la UNI EN ISO 9001:2015, UNI ISO 45001:2018 e la Circolare MISE n. 4 del 30/03/2017 (specifica tecnica Industria 4.0). Focus sulla prevenzione degli infortuni dovuti alle attrezzature di lavoro" (vd. Scheda).
In tal senso proporre un percorso formativo ad hoc per gli auditor che operano in questo specifico ambito rappresenta senza dubbio una novità di rilievo.

In tutte le organizzazioni qualità, produttività e sicurezza sono strettamente interconnesse: vanno tra loro "a braccetto" e non devono essere interpretate come antagoniste.
Un'organizzazione sana favorisce la produttività, la qualità dei processi lavorativi e contemporaneamente la salute e la sicurezza dei lavoratori. Il tutto in un sistema di gestione integrato che non va attuato solo "sulla carta", ma deve essere pratica quotidiana ed esperienza comune, in un'ottica di miglioramento continuo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.