Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

Firenze vedutaL’edilizia è un settore che trova ampio riscontro nella normazione. Nello specifico anche ciò che appartiene al patrimonio storico artistico di rilievo tipico del nostro territorio nazionale.

Nel corso della sua esistenza, il patrimonio costruito è soggetto a continui cambiamenti e alterazioni. I cambiamenti più frequenti sono dovuti alle ripetute riqualificazioni e ridecorazioni degli interni e delle superfici architettoniche esterne, effettuate in risposta a svariati fattori quali: lo sviluppo di mode decorative, il cambio di destinazione d'uso degli ambienti, le diverse disponibilità finanziarie degli occupanti e dei proprietari che si sono succeduti, la necessità di riportare alla luce un'antica decorazione pittorica logorata o la semplice manutenzione. L'indagine sulle finiture del patrimonio costruito offre un metodo sistematico per comprendere tali cambiamenti. Fornisce chiarimenti sull'aspetto degli schemi di intervento originali e di quelli successivi e può rivelare le date di applicazione di finiture specifiche.

Lo scopo dell'indagine può essere quello di individuare, identificare, interpretare e, se possibile, datare le finiture correnti e quelle precedenti. Tali indagini ci aiutano ad approfondire la nostra conoscenza generale della rilevanza culturale dell'area in esame, la sua storia e le sue alterazioni, oltre che a valutare il suo stato e a pianificare la futura conservazione e presentazione, tenendo conto delle considerazioni estetiche. Queste indagini dovrebbero essere considerate come parte integrante del processo di documentazione e indagine sul patrimonio costruito. Ogni finitura rappresenta una sfida diversa per l'indagine e l'interpretazione.

In questo contesto ben si inserisce il lavoro della commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio che ha di recente recepito la EN 17543.

Questo documento definisce le migliori pratiche per la raccolta dei dati e l'elaborazione dei risultati quando si indagano le finiture del patrimonio costruito, con l'obiettivo di stabilire degli schemi per le situazioni esistenti. Si applica alle finiture decorative e protettive degli edifici e dei loro interni, così come ad altri oggetti del patrimonio costruito. Si applica, inoltre, alla pianificazione e all'esecuzione di tali indagini con la relativa documentazione. Può essere utilizzato come riferimento di processo per le parti interessate coinvolte nell'indagine del patrimonio costruito.

La competenza richiesta per effettuare le indagini descritte dovrebbe essere affidata a professionisti multidisciplinari competenti in ambiti differenti quali ad esempio la conservazione, la scienza, la storia dell'arte, l'architettura, l'archeologia del costruito e le tecniche artistiche della pittura e della decorazione. In alcuni paesi, l'indagine e la documentazione delle finiture è denominata Architectural Paint Research - APR.

All’interno della UNI EN 17543 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  1. EN 16085 Conservation of Cultural property - Methodology for sampling from materials of cultural property - General rules;
  2. EN 16853 Conservation of cultural heritage - Conservation process - Decision making, planning and implementation;
  3. EN 17429 Conservation of cultural heritage - Procurement of conservation services and works.

Informazioni per l’acquisto

UNI EN 17543:2021 “Conservazione del Patrimonio Culturale - Finiture per il patrimonio costruito - Indagini e documentazione”
Euro 60,00 + iva (in lingua italiana) - Euro 40,00 + iva (in lingua inglese)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Clienti e Soci
Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì)
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.