Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.
Login

La norma UNI EN ISO 19011:2012 è stata pubblicata ed è ora disponibile su UNIstore.


È stata recentemente pubblicata la nuova edizione della norma UNI EN ISO 19011, che specifica le linee guida per la conduzione di audit di sistemi di gestione. Si tratta di un aggiornamento significativo che rende conto del moltiplicarsi dei sistemi di gestione (per la qualità, ambientale, sicurezza delle informazioni, ecc.), quindi della necessità di una loro più efficace integrazione. In breve, la nuova edizione della norma intende rispondere alle esigenze delle organizzazioni che chiedono piena armonizzazione e, quando possibile, massima ottimizzazione, dei sistemi di gestione e dei relativi processi di audit.

Come già accennato, rispetto all’edizione precedente, del 2002, che si applicava solo ai sistemi di gestione per la qualità (ISO 9001) e ai sistemi di gestione ambientale (ISO 14001), l’edizione 2011 ha esteso il proprio campo di applicazione a tutti i sistemi di gestione.
Un’ulteriore novità rispetto all’edizione precedente è data da una più chiara relazione con la norma ISO/IEC 17021 (entrata anch’essa nei mesi scorsi nel corpus normativo nazionale come UNI CEI EN ISO/IEC 17021:2011 "Valutazione della conformità - Requisiti per gli organismi che forniscono audit e certificazione di sistemi di gestione"), rispetto alla quale si configura quale un prezioso strumento complementare.

Un altro aspetto certamente innovativo è l’introduzione del concetto di rischio per le attività di audit. Tale concetto si riferisce al rischio di non raggiungere gli obiettivi di audit stabiliti ed è altresì correlato alla minimizzazione dell’impatto delle attività di audit sui processi operativi delle organizzazioni sottoposte ad audit.
Un’attenzione particolare viene altresì prestata alla elaborazione ed attuazione del programma di audit ed alla verifica, gestione e mantenimento della competenza di tutte le figure coinvolte nel processo di audit. In definitiva, le rinnovate linee guida della ISO 19011:2011 fanno dell’attività di audit un utile strumento per la direzione di un’organizzazione ai fini del raggiungimento dei propri obiettivi di business.

Alister Dalrymple, coordinatore del gruppo di lavoro che ha sviluppato il processo di revisione della ISO 19011, ha sottolineato i benefici che la nuova edizione della norma intende portare agli utilizzatori: “la norma ISO 19011:2011 è stata sviluppata per fornire agli auditor, alle organizzazioni che hanno l’esigenza di condurre audit di sistemi di gestione, un’opportunità di verificare le proprie prassi operative e identificare le opportunità di miglioramento”.
Non solo: “rispetto all’edizione del 2002, la norma aggiunge il concetto di ‘rischio’ e riconosce più esplicitamente le specifiche competenze degli auditor, così come riconosce le opportunità fornite dalle nuove tecnologie per lo svolgimento delle attività di audit a distanza (remote auditing)”.

La UNI EN ISO 19001:2012 è entrata a far parte del corpus normativo nazionale nella versione bilingue inglese-italiano.
Data la rilevanza dell’argomento, il Centro di Formazione UNI ha in calendario un corso (“La nuova norma UNI EN ISO 19011:2012 - Linee guida per gli audit dei sistemi di gestione”) per approfondire i contenuti della norma, mettendone in evidenza gli elementi di modernità e analizzando le principali differenze con la precedente edizione nonché il rapporto con la UNI CEI EN ISO/IEC 17021, la norma base sui requisiti degli gli organismi che forniscono audit e certificazione di sistemi di gestione.
Quattro le date al momento in programma: a Milano il 24 febbraio (iscrizioni chiuse) e il 4 aprile; a Roma il 13 marzo e l'11 maggio.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.