Stampa 
Nel mese di giugno altre due nuove norme UNI si sono aggiunte al già lungo elenco di quelle sulle attività professionali non regolamentate e precisamente la UNI 11491 sulla figura professionale del naturopata e la UNI 11492 sulla figura professionale dell'osteopata.

 Guarda le interviste a:
 Gianmichele Ferrero
 
(Parte 1 e Parte 2) e
 Paola Sciomachen

Con l'approvazione della legge 4 del 14 gennaio 2013 - "Disposizioni in materia di professioni non organizzate" - l'attività di normazione UNI in questo ambito ha assunto infatti un ruolo ancora più significativo: in particolare l'articolo 6 "Autoregolamentazione volontaria", pur non rendendo obbligatorio il rispetto delle norme UNI, definisce quei principi e criteri generali che disciplinano l'esercizio autoregolamentato dell'attività professionale. Principi e criteri generali che la norma tecnica di fatto garantisce.

Per capire meglio quali vantaggi potranno portare concretamente queste due norme alle rispettive categorie professionali ne abbiamo parlato con Gianmichele Ferrero di Essen (Associazione al servizio delle Associazioni Arti per la Salute e Terapie Naturali) membro del gruppo di lavoro UNI "Figure professionali operanti nell'ambito della naturopatia" e relatore della norma UNI 11491 e con Paola Sciomachen, vicepresidente ROI (Registro degli Osteopati d'Italia), coordinatrice del gruppo di lavoro UNI "Figure professionali operanti nell'ambito dell'osteopatia" e relatrice della norma UNI 11492.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.