Stampa 

12 progetti di norma nazionale e di adozione di norme ISO entrano oggi - 9 ottobre - nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare, che terminerà il 23 ottobre prossimo. Le schede dei progetti di norma che si intendono sviluppare/adottare si trovano nella banca dati online. Aspettiamo i vostri commenti.

Il progetto UNI1606764 proposto dalla Commissione Trasmissioni oleoidrauliche e pneumatiche specifica un metodo per determinare il livello di pulizia richiesto di un sistema idraulico, ovvero il livello di pulizia del fluido più appropriato per un sistema idraulico operativo basato sui requisiti individuali di tale sistema. Rappresenta l’adozione della norma ISO 12669:2017, utilizzata nel settore a livello mondiale.

La Commissione Carta intende adottare 2 norme internazionali. UNI1606782 (adozione ISO 12830:2019) specifica il procedimento per determinare il contenuto di magnesio, calcio, manganese, ferro, rame, sodio e potassio solubili in acido in carta, cartone, paste e nanomateriali di cellulosa. UNI1606783 (adozione ISO 1762:2019) specifica come determinare il residuo (cenere) dopo incenerimento a 525 °C di carta, cartone, paste e nanomateriali di cellulosa. Sostituiscono UNI ISO 12830:2012 e UNI ISO 1762:2015.

Va a specificare due procedimenti per determinare la diminuzione della forza di reazione esercitata da un provino di gomma vulcanizzata o termoplastica il progetto UNI1606969 della Commissione Gomma. Adotta ISO 3384-1:2019 e sostituisce UNI ISO 3384-1:2013.

In tema di città e comunità sostenibili, la Commissione Responsabilità sociale delle organizzazioni intende adottare la norma ISO 37122:2019. Il progetto UNI1606970 specifica e stabilisce definizioni e metodologie per un insieme di indicatori per le città intelligenti e risponde all'esigenza di misurare in modo efficace i progressi compiuti nella loro messa a punto, nel quadro dell’obiettivo 11 “Sustainable cities and communities” dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Adotta la ISO/TS 22375:2018 il progetto UNI1606313 della Commissione Sicurezza della società e del cittadino che fornisce le linee guida per l'applicazione di principi e di un processo di valutazione della complessità dei sistemi di un'organizzazione per migliorare la sicurezza e la resilienza.

Attività professionali non regolamentate: la Commissione Gestione per la qualità e metodi statistici propone il progetto UNI1606887 che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza relativi alle figure professionali operanti nell'ambito della gestione dell'innovazione in conformità all’EQF.

Il CTI presenta il progetto UNI1604716 – futuro rapporto tecnico – che costituisce una linea guida per l’esecuzione delle diagnosi energetiche degli edifici (ad uso residenziale, terziario o altri assimilabili).

UNSIDER intende sostituire la UNI 11025:2003. Il progetto UNI1607030 definisce le procedure per la formalizzazione e la gestione di contestazioni tecniche in presenza di non conformità di prodotti siderurgici rispetto ai requisiti concordati all'ordine.

E ancora: è di interesse della Commissione Commercio il progetto UNI1606967 (sostituisce UNI 9758:2003) che stabilisce la terminologia da utilizzare, le caratteristiche qualitative, la strumentazione e i procedimenti da adottare per la classificazione del diamante tagliato.

Infine due progetti CIG vanno a sostituire le UNI/TS 11291 Parte 3:2014 e Parte 7:2013 sui dispositivi di misurazione del gas su base oraria. Il primo UNI1606883 descrive le caratteristiche del protocollo CTR - definito dalla UNI/TS 11291-1 - concepito in modo da svolgere le funzioni di trasporto dati con efficienza e sicurezza. Il secondo UNI1606884 specifica i requisiti costruttivi e funzionali dei dispositivi concentratori, ripetitori, SAC e traslatori, definiti nella UNI/TS 11291-1 e utilizzati nel sistema di telegestione finalizzato alla telelettura e alla telegestione dei dispositivi di misurazione del gas al servizio di Punti di Riconsegna delle reti di distribuzione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.