Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

efficienza energetica edificiInteressano l’Ente federato CTI-Comitato Termotecnico Italiano due progetti di norma che si trovano in questi giorni nella fase dell’inchiesta pubblica finale UNI.

Terminerà la fase di inchiesta finale il 4 dicembre 2019 il progetto UNI1604716 dal titolo “Diagnosi energetiche – Linee guida per le diagnosi energetiche degli edifici”. Futuro rapporto tecnico UNI/TR, il documento costituisce una linea guida per l’applicazione della UNI CEI EN 16247-2 sulle diagnosi energetiche degli edifici: fornisce quindi al REDE (REferente della Diagnosi Energetica) una procedura unica per l’esecuzione delle diagnosi energetiche degli edifici (ad uso residenziale, terziario o altri assimilabili).
Il progetto fornisce indicazioni e modalità operative per:

  • la raccolta e l’analisi delle spese energetiche e delle documentazioni tecniche disponibili,
  • la definizione dei controlli e delle verifiche edili e impiantistiche,
  • la definizione dei fattori di aggiustamento dei consumi fatturati,
  • l’analisi dei servizi energetici e la costruzione dell’inventario energetico,
  • il calcolo degli indicatori di prestazione energetica,
  • l’individuazione di azioni di miglioramento dell’efficienza energetica,
  • l’analisi costi-benefici
  • la valutazione della priorità degli interventi.

I servizi energetici dell’edificio considerati sono quelli che garantiscono il benessere degli occupanti e la fruizione da parte degli utilizzatori: climatizzazione invernale ed estiva, produzione di acqua calda sanitaria, ventilazione, illuminazione, trasporto (interno).

UNI1603305 “Misurazioni in campo - Generatori di calore - Parte 2: Apparecchi alimentati a biocombustibile solido non polverizzato” prescrive invece le procedure per eseguire in opera la misurazione del tiraggio per tutti gli apparecchi a biocombustibile solido non polverizzato, l’analisi dei prodotti della combustione e la misurazione del rendimento di combustione delle caldaie (UNI EN 303-5) alimentate con biocombustibile solido non polverizzato e degli apparecchi domestici a pellet a caricamento automatico.
Si applica a tutti i generatori di calore alimentati a biocombustibile solido non polverizzato, destinati al riscaldamento degli ambienti e/o alla produzione di acqua calda sanitaria, con o senza cottura cibi. Non si applica invece agli impianti inseriti in cicli di processo, agli apparecchi destinati alla sola cottura degli alimenti e agli impianti dotati di strumentazione di analisi in continuo.
Sono definite le procedure: di misurazione della depressione in camino; campionamento dei prodotti della combustione; misurazione in opera della temperatura dei prodotti della combustione e dell’aria comburente; misurazione in opera delle concentrazioni di ossigeno (O2) o anidride carbonica (CO2), di monossido di carbonio (CO) e di ossidi di azoto (NO); di determinazione del rendimento di combustione.
Sono esclusi dal campo di applicazione della futura norma gli apparecchi che, al momento della fabbricazione, non soddisfacevano i requisiti presenti nelle pertinenti norme tecniche di prodotto CEN o UNI.
Il progetto terminerà l’inchiesta pubblica finale il 12 gennaio 2020.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.