Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.
Login

Se non propriamente un bene pubblico, le norme possono essere considerate relativamente a un prodotto, un processo o un servizio.

Per questo la normazione è un alleato naturale dello Stato a tutti i livelli, nell’azione amministrativa, nell’azione regolamentativa, nelle relazioni con le imprese e i cittadini: porta benefici sociali, vantaggi economici, protegge gli interessi della collettività, tutela l’ambiente e le risorse.

Per questo i regolamenti europei stabiliscono che gli Stati membri devono partecipare alle attività nazionali di normazione.

Per questo al Consiglio Direttivo di UNI partecipano anche i rappresentanti dei ministeri interessati all'attività di normazione: Sviluppo Economico; Lavoro e Politiche Sociali; Difesa; Interno, Istruzione, Università e Ricerca; Infrastrutture e Trasporti; Salute.

Le norme fanno funzionare meglio e rendono più spedite molteplici attività dello Stato. Per esempio:

  • la legislazione: sempre più spesso vengono approvate leggi che indicano nelle norme UNI il riferimento tecnico-applicativo più autorevole, anche se non obbligatorio
  • gli appalti: il riferimento ai requisiti di norma facilita la stesura dei bandi, la selezione dei fornitori o la valutazione del prodotto/servizio e fornisce una garanzia anche sul piano della responsabilità penale
  • la sicurezza dei cittadini: norme come quelle sull'illuminazione, le barriere di sicurezza, i giubbotti di emergenza catarifrangenti consentono di ridurre i fattori di rischio sulla strada
  • le infrastrutture viarie: i sistemi telematici di controllo degli accessi, di accertamento delle infrazioni e di addebito del pedaggio, così come i sistemi segnaletici a distanza, permettono di ridurre i costi e di rendere il traffico più scorrevole e la rete più efficiente.
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.