Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.
Login

pipeline bottoneL’applicazione di materiali plastici nell’industria e nell’edilizia in generale ha avuto una diffusione davvero capillare. Ecco perché la normazione ha un ampio parco documenti a supporto del settore. Un esempio è di certo il recente recepimento anche in lingua italiana da parte di UNIPLAST - ente federato UNI - della EN ISO 16135.

Questo documento specifica i requisiti per la progettazione, le caratteristiche funzionali e la fabbricazione di valvole a sfera di materiali termoplastici per l'isolamento, la regolazione e la miscelatura di fluidi, la loro connessione alle tubazioni, ai materiali del corpo e alle relazioni pressione/ temperatura fra -40°C e +120°C per un periodo di vita di 25 anni e specifica inoltre le relative prove.

La norma si applica alle valvole manuali o motorizzate - da installare in sistemi di tubazioni industriali, indipendentemente dal campo di applicazione e dai fluidi da convogliare.

I sistemi di tubazioni industriali comprendono anche i sistemi di fornitura d'acqua per impieghi generali, di drenaggio e di fognatura.

Si possono applicare requisiti particolari per i sistemi di tubazioni con acqua destinata al consumo umano.

Le valvole a sfera a due vie conformi alla norma devono essere idonee per il servizio di isolamento ed essere progettate per essere utilizzate per servizi di controllo.

Le valvole a sfera multi-via sempre conformi alla norma devono essere idonee per deviare/miscelare il flusso. Possono anche essere idonee per isolare una o più vie.

Nella UNI EN ISO 16135 vengono definite le diverse caratteristiche di progettazione, vediamole qui di seguito.

Il tipo di valvola deve essere con progettazione a una via o multi-via. L'appendice B del documento fornisce le possibili indicazioni su tipi alternativi di valvole a sfera multi-via.

Le valvole devono avere le caratteristiche di progettazione seguenti:

  1. Per le valvole a sfera a due vie: una progettazione di otturazione della valvola idonea per entrambe le direzioni del flusso. Se la capacità di tenuta è in una sola direzione, quest'ultima deve essere marcata con una freccia sul lato esterno del corpo della valvola;
  2. Una sfera che deve essere ruotata da un albero e che deve essere fissata per attrito nella posizione di estremità e in tutte le posizioni intermedie, in modo che le forze idrauliche del flusso non possano ruotare la sfera dalla posizione effettiva;
  3. In conformità alla EN 736-3, la valvola deve essere con foro a passaggio totale, o con foro a passaggio ridotto, nel qual caso il fabbricante deve specificare il fattore di perdita di pressione o il diametro minimo del passaggio in mm;
  4. Un albero che deve essere fissato al corpo e sistema antiespulsione secondo la EN 736-3; deve avere un sistema di tenuta dell'albero mediante elementi di auto-tenuta; deve indicare mediante progettazione o marcatura sull'estremità visibile l'orientamento del foro della sfera (solo valvole a due vie); e deve essere collegato alla sfera tramite una progettazione tale che l'indicatore di posizione o la marcatura non possano essere cambiati, anche dopo lo smontaggio e il riassemblaggio.

Un’ultima caratteristica di progettazione prevede valvole che possono avere un metodo di otturazione con sede morbida con elemento/i di tenuta nel corpo della valvola.

Informazioni per l’acquisto

UNI EN ISO 16135:2019 “Valvole industriali - Valvole a sfera di materiali termoplastici”
Euro 55,00 + iva (in lingua inglese) - Euro 72,00 + iva (in lingua italiana)

Le norme, sia in formato elettronico che in formato cartaceo, saranno scontate del 15% ai soci effettivi. L’abbonamento annuale a tutte le norme è disponibile a partire da 200 euro: scopri come!

Divisione Vendite
Tel. 0270024200 (call center dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, dal lunedì al venerdì)
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.