Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

Venerdì, 09 Aprile 2021

 

  1. L’attività di formazione UNI è strettamente correlata alla propria mission di diffusione della cultura normativa ed alla propria vision, che consiste nel voler creare un sistema aperto di trasferimento della conoscenza e di diffusione dei valori.
  2. UNI pone il discente, in qualità di persona che intende acquisire consapevolezza, conoscenze e migliorare le proprie competenze, al centro dell’attenzione dell’attività di formazione.
  3. La proposta formativa UNI è fortemente orientata all’approfondimento dei contenuti normativi del catalogo delle norme UNI (comprese EN, ISO, PdR, ecc.).
  4. I docenti UNI sono scelti per il loro know how, costantemente aggiornato anche mediante la loro partecipazione alle attività normative, e per le loro capacità di trasferire tale know how ai discenti.

Come conseguenza di tale Manifesto, UNI si impegna a:

  1. Mantenere sempre contenute le tariffe di partecipazione ai corsi UNI, in particolare per i propri soci, e confermare le sessioni formative anche con un numero limitato di partecipanti, al fine di garantire il servizio agli interessati e limitare il numero di corsi annullati.
  2. Fornire sempre ad ogni discente copia ufficiale della/e norma/e oggetto del corso, compresa/e nella tariffa di partecipazione al corso. In qualità di Ente Italiano di Normazione, UNI è l’unico soggetto che può garantire in questo modo la massima diffusione delle norme presso i discenti (altri soggetti presenti sul mercato possono farlo soltanto stipulando con UNI un accordo in tal senso).
  3. Mantenere un sistema di valutazione e qualifica dei propri corsi e dei propri docenti basato soprattutto sui risultati dei questionari di soddisfazione del discente.
  4. Scegliere i temi formativi nell’ambito del catalogo normativo, che conta circa 22.000 norme; accogliere richieste, da parte del mercato, di esigenze formative su specifiche norme; organizzare corsi in anteprima su norme in via di pubblicazione, avendo gli elementi per farlo prima ancora che le stesse vengano pubblicate.
  5. Selezionare i propri docenti soprattutto all’interno del network di migliaia di esperti che partecipa alle attività normative e che pertanto redige, discute, analizza le norme prima della loro pubblicazione, al fine di garantire che i docenti siano i migliori conoscitori dei contenuti normativi, delle ragioni per cui tali contenuti sono presenti in una determinata forma, e della corretta interpretazione di ciascun requisito normativo.
  6. Selezionare i propri docenti, nel caso di corsi su norme utilizzabili per la valutazione di conformità (per es. norme certificabili), soprattutto tra gli ispettori dell’ente di accreditamento, al fine di poter illustrare ai discenti le aspettative sulle corrette modalità di applicazione delle norme stesse.
  7. Favorire la partecipazione di discenti provenienti da diverse categorie di stakeholder (come accade nelle attività normative), per permettere a ciascuna sessione formativa di diventare anche una preziosa occasione di confronto e networking.
  8. Modulare le condizioni di pagamento dei corsi anche sulla base delle esigenze della PA, per favorire la massima diffusione della cultura normativa presso la Pubblica Amministrazione.
  9. Organizzare corsi in-house, per organizzazioni clienti che dovessero essere interessate ad un corso maggiormente aderente alle proprie esigenze, pur nel rispetto dei ruoli e dell’imparzialità dei docenti (il corso è sempre orientato a presentare le norme e la loro corretta applicazione e non a fornire consulenza diretta alle organizzazioni).
  10. Ampliare gli accordi di partnership con realtà istituzionali radicate sul territorio, al fine di poter replicare i propri corsi su tutto il territorio nazionale, su richiesta degli interessati; accedere, laddove possibile, alle principali forme di riconoscimento dei corsi che consentono per es. finanziamenti, crediti formativi, ecc.

LogoNEW UNITRAIN

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Giovedì, 25 Marzo 2021

I progetti di norma EN (prEN) sono fornibili esclusivamente in formato cartaceo.

Per informazioni circa i prezzi (e le modalità di spedizione) o per ricevere direttamente un preventivo è possibile:

  • contattare il call center al numero 02 70024200 (8.30- 17,00 orario continuato)
  • inviare un fax al numero 02 5515256
  • inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I Soci Effettivi UNI possono scaricare gratuitamente i progetti di norma EN (prEN), in formato PDF, accedendo alla banca dati "Progetti di norma EN in inchiesta pubblica" disponibile nella apposita area riservata.

Lunedì, 08 Marzo 2021

Periodo: gennaio 2021 - dicembre 2024

Progetto ASINALa Commissione Europea ha adottato la strategia per l’idrogeno con l’idea che in un sistema energetico integrato l'idrogeno possa favorire la decarbonizzazione in tutta Europa. In linea con questa “filosofia” e considerando che non esiste ancora un quadro regolatorio applicabile alle navi alimentate a idrogeno, il progetto e-SHyIPS coinvolge 7 nazioni europee per definire le nuove linee guida per un’introduzione efficace dell’idrogeno nel settore del trasporto marittimo passeggeri, verso il raggiungimento dell’obiettivo di uno scenario di navigazione a emissioni zero.
Il progetto intende mettere insieme attività di ricerca teorica con simulazioni ed esperimenti di laboratorio, per raccogliere e sistematizzare la conoscenza necessaria a delineare un appropriato processo di certificazione ed individuare eventuali future attività di standardizzazione, al fine di contribuire all’aggiornamento dell’attuale quadro normativo e regolatorio europeo.

OBIETTIVI

e-SHyIPS si pone l’obiettivo di riunire in un Advisory Board stakeholder del settore marittimo e dell’idrogeno ed esperti internazionali, per sistematizzare le nuove conoscenze derivanti sia dalla revisione del contesto regolatorio, sia dai dati sperimentali su design delle navi, sistemi di sicurezza, materiali e componenti, rifornimento. L’approccio, focalizzato sulle metodologie di valutazione del rischio e della sicurezza, è “indipendente dalle navi”, per evitare i limiti di progetti customizzati. Inoltre il progetto prevede anche:

  • la definizione di un piano di pre-standardizzazione per l’aggiornamento del codice IGF (International Code of Safety for Ship Using Gases or Other Low-flashpoint Fuels) per il trasporto marittimo passeggeri alimentato ad idrogeno;
  • la definizione di una roadmap per spingere “un’economia all’idrogeno” per le navi passeggeri del trasporto marittimo europeo.

IL CONSORZIO

14 partner tra imprese, centri di ricerca, università ed enti pubblici di Paesi UE

 

bandiera UEIl progetto è cofinanziato dal Programma europeo per la Ricerca & Innovazione Horizon 2020 con Grant Agreement n. 101007226.

Mercoledì, 27 Gennaio 2021

 

Informativa sul trattamento dei dati personali effettuato nell’ambito delle procedure di voto elettronico dell’Assemblea dei Soci UNI che si tiene da remoto

Il Regolamento UE 2016/679 “Regolamento Generale sulla protezione dei dati personali” (d’ora in avanti “GDPR”) sancisce il diritto di ogni persona alla protezione dei dati di carattere personale che la riguardano.
UNI Ente Italiano di Normazione, ha affidato a ID Technology srl il servizio di licenza software “ELIGO" per la gestione del procedimento elettorale che si svolgerà da remoto in modalità streaming.
In merito al trattamento dei dati personali degli utenti partecipanti all’Assemblea con accesso effettuato tramite la piattaforma Eligo, UNI Ente Italiano di Normazione fornisce le seguenti informazioni ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679.

1 - Titolare del trattamento
Il Titolare del trattamento è UNI Ente Italiano di Normazione con sede in Via Sannio 2 - 20137 Milano (Italia).

2 - Contatti del Responsabile della protezione dei dati
Il Responsabile della protezione dati, al quale rivolgersi per informazioni relative ai propri dati personali e per l’esercizio dei diritti ex art. 15 e ss. del GDPR, può essere contattato al seguente indirizzo email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

3 - Finalità del trattamento e basi giuridiche
UNI tratta i dati personali degli interessati per le seguenti specifiche finalità:

  • l’utilizzo dei servizi di voto on-line per la partecipazione all’Assemblea dei Soci UNI per lo svolgimento delle votazioni per le quali verranno chiamati ad esprimersi.

4 - Categorie di dati trattati
Dati personali comuni: Cognome e Nome, indirizzo e-mail, Ragione sociale del Socio UNI rappresentato.

5 - Natura del conferimento dei dati
Il conferimento dei dati personali è indispensabile per partecipare alle procedure di voto on line e il mancato conferimento determina l’impossibilità di parteciparvi.

6 - Modalità di trattamento
Il trattamento dei dati personali viene effettuato con modalità informatizzata attraverso i moduli della piattaforma ELIGO da parte di personale autorizzato al trattamento dei dati in relazione ai compiti e alle mansioni assegnate e nel rispetto dei principi di liceità, correttezza, trasparenza, adeguatezza, pertinenza, non eccedenza e riservatezza (art. 5, par.1, GDPR).

7 - Categorie di destinatari
I dati saranno comunicati, oltre che al personale delle strutture di UNI coinvolto nella realizzazione della finalità sopraindicata, anche a ID TECHNOLOGY srl, quale fornitore della piattaforma Eligo che è stato a tal fine nominato Responsabile del trattamento ai sensi dell’art. 28 del GDPR. I dati potranno altresì essere comunicati anche ad altri soggetti terzi in ottemperanza di un obbligo di legge e/o di un provvedimento dell’Autorità giudiziaria.

8 - Sede fisica dei dati
I dati raccolti, relativi alle operazioni di voto on-line, sono ospitati su servizi Cloud in server farm sul territorio italiano. Non è previsto alcun trasferimento dati fuori dal perimetro nazionale.
In adempimento degli obblighi derivanti dal presente contratto, ID TECHNOLOGY potrà comunicare eventuali e ulteriori dati personali di titolarità del Cliente verso quei Paesi che assicurino un livello di tutela delle persone fisiche ritenuto adeguato dalla Commissione europea (o dall’Autorità Garante italiana) ed il cui trasferimento si basi sull’utilizzo di clausole contrattuali tipo (SCCs) o Norme Vincolanti d’Impresa (c.d. “BCR”) ai sensi della normativa in materia di protezione dei dati personali

9 - Periodo di conservazione dei dati
I dati personali saranno conservati per il periodo necessario alla realizzazione delle finalità sopraindicate e comunque per il tempo necessario all’assolvimento degli obblighi di legge. In ogni caso saranno conservati per il tempo stabilito dalla normativa vigente e/o dalla regolamentazione di UNI in tema di gestione e conservazione della documentazione prodotta da UNI nello svolgimento della propria attività istituzionale.

10 - Diritti degli interessati
In ogni momento gli interessati potranno esercitare nei confronti del Titolare i diritti sanciti dagli artt. 15 e ss. del GDPR:

  • accesso ai propri dati personali e alle altre informazioni indicate all’art. 15 del GDPR;
  • rettifica dei propri dati personali qualora inesatti e/o la loro integrazione ove siano incompleti;
  • cancellazione (diritto all’oblio) dei propri dati personali tranne i casi in cui l’Università sia tenuta alla loro conservazione in adempimento di un obbligo di legge o per l’esecuzione dei propri compiti di interesse pubblico;
  • limitazione del trattamento nelle ipotesi indicate all’art. 18 del GDPR;
  • opposizione al trattamento dei dati personali che li riguardano nei casi in cui ciò sia consentito.

Gli interessati che ritengono che il trattamento dei loro dati personali avvenga in violazione del GDPR, hanno il diritto ai sensi dell’art. 77 del GDPR di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali o di adire le opportune sedi giudiziarie.

Giovedì, 17 Dicembre 2020

 UNI ha adottato un sistema di governo orientato alla sostenibilità, da raggiungere attraverso l’implementazione di un modello di “responsabilità sociale” multi-stakeholder attento a gestire gli impatti interni ed esterni della propria attività.
Abbiamo scelto come riferimento la norma UNI EN ISO 26000:2020 sulla responsabilità sociale delle organizzazioni e per poterlo attuare le prassi di riferimento UNI/PdR 18, UNI/PdR 21 e UNI/PdR 41.
Abbiamo adottato un Modello Organizzativo ai sensi del D. Lgs. 231/01 che si inserisce nell'impostazione di questa governance, il cui posizionamento etico è confermato nell'articolo 1 dello Statuto 2020 di UNI che definisce come i principi cui UNI si ispira sono di affermare la dignità della Persona e tutelare i Diritti Umani fondamentali.
Vogliamo così  contribuire allo sviluppo sostenibile e con attenzione a soddisfare i bisogni della società vivendo entro i limiti ecologici del pianeta e senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni.

Registrazione

Con tale spirito chiediamo ai fornitori che hanno la stessa visione e che vogliono far parte dei nostri Fornitori Qualificati (FQ), di compilare il modulo sottostante, allegando la seguente documentazione:

a) breve presentazione della società;
b) CCIAA in corso di validità
c) DURC
d) Certificazione/i (ultima/e versione/i)
e) Dichiarazione insussistenza cause ostative (allegato .doc da scaricare)
f) Autorizzazione dipendente pubblico (allegato .pdf da scaricare)

I dati richiesti saranno utilizzati nell’ambito della procedura di valutazione fornitori.
Saranno inseriti nella nostra banca dati e non verranno diffusi a terzi.
Con la compilazione di questo modulo, il fornitore manifesta liberamente il suo consenso, ai sensi dell’ex art. 7 Regolamento UE 2016/679, al trattamento dei dati nell’ambito delle finalità e modalità di cui sopra.

Codice fornitori
I fornitori di UNI prendono visione, conoscono e sono chiamati ad accettare quanto previsto dal Codice di comportamento fornitori, il cui rispetto costituisce per UNI un requisito essenziale per il mantenimento delle collaborazioni con soggetti esterni, per la fornitura sia di beni che di servizi.

In relazione a quanto previsto dalla Carta Deontologica delle persone di UNI, il personale non può fare o ricevere regali e/o omaggi.

 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.