Articoli | 20 Maggio 2023

Sul ruolo e l’importanza della normazione nella metrologia

Per celebrare il World Metrology Day 2023, UNI ricorda il fondamentale ruolo di INRIM all’interno dell’Infrastruttura per la Qualità Italia che unisce la normazione, la metrologia, l’accreditamento e la valutazione della conformità. Leggi l’approfondimento dedicato!

Roberto V.L. Buccianti & Luca Mari

Ex-Presidente della Commissione Mista UNI-CEI 027 Metrologia; relatore del progetto di Norma UNI CEI 11902:2023 // Presidente della Commissione Mista UNI-CEI 027 Metrologia; professore nella Scuola di Ingegneria Industriale all’Università Cattaneo – LIUC.

Misurando acquisiamo informazione, che consideriamo affidabile, su grandezze empiriche, come lunghezze, masse, durate, ecc.

La metrologia, la scienza della misurazione e delle sue applicazioni, ha dunque un ruolo fondamentale nella nostra società, che la normazione contribuisce a garantire nelle sue condizioni di equità e trasparenza. A complemento delle numerose norme tecniche da tempo disponibili in questo contesto, UNI e CEI hanno recentemente pubblicato una norma a proposito delle competenze del Tecnico Metrologo, la figura professionale che opera nella realizzazione dei processi di misura.

La metrologia nella società

In accordo al Vocabolario Internazionale di Metrologia, noto anche in breve come “VIM”, la metrologia è la “scienza della misurazione e delle sue applicazioni” e “comprende tutti gli aspetti teorici e pratici della misurazione, qualunque sia l’incertezza di misura e il campo d’applicazione”. Il riferimento all’incertezza di misura è strategico qui: un risultato di misura deve infatti riportare non solo l’informazione acquisita sulla grandezza misurata, nella forma di valori della grandezza, ma anche un’indicazione sull’affidabilità attribuita a tale informazione, in modo che chiunque possa consapevolmente e appropriatamente usare l’informazione nei processi decisionali per cui l’informazione stessa è considerata rilevante. L’incertezza di misura è lo strumento con cui questa affidabilità è dichiarata (maggiore l’incertezza, minore l’affidabilità).

Questo è l’esito di un processo assai complesso, che in particolare richiede l’impiego di sistemi di misura tarati mediante campioni di misura che a loro volta erano stati tarati, in una catena, detta “di riferibilità metrologica”, che ci consente di poter assumere che se, per esempio, la lunghezza di due oggetti, uno in Italia e uno in Francia, è misurata essere per entrambi 1,2345 m, è perché i due oggetti hanno la stessa lunghezza, e questo anche senza averli mai confrontati direttamente l’uno con l’altro.

Praticamente nella totalità dei casi della vita quotidiana, la complessità di questo processo rimane nascosta, e infatti pochi di noi si preoccupano della taratura dei sistemi di misura nei distributori di carburante o nei contatori di energia elettrica domestici. Questo assume, a tutti gli effetti, una delega di responsabilità da parte degli utenti delle misure, nei diversi settori (industriale, commerciale, ambientale, sanitario, di ricerca ecc), delega che è ben giustificata sia dalla solidità dei fondamenti scientifici della metrologia, sia dalla presenza di norme tecniche, che specificano i molteplici aspetti dei processi di misura, dalle condizioni in cui i sistemi di misura devono essere ritarati al modo in cui i risultati di misura devono essere scritti nei documenti rilevanti.

Un processo di misura richiede l’impiego di molteplici risorse, e deve essere perciò progettato e realizzato in accordo agli obiettivi per cui si considera utile o necessario acquisire l’informazione che il processo sarà in grado di produrre. Quando anche un tale processo fosse automatizzato, il ruolo dell’uomo, con le sue competenze tecniche, gestionali e strategiche, rimarrebbe non sostituibile. Peculiarmente, però, una norma sulle competenze professionali del tecnico metrologo non era ancora disponibile. Negli anni scorsi la Commissione Mista UNI-CEI 027, Metrologia, si è impegnata a questo scopo, e ha recentemente completato con successo il lavoro, con la pubblicazione di una norma al proposito.

Nel seguito presentiamo qualche aspetto dell’organizzazione del sistema di normazione a proposito di metrologia in Italia, e quindi introdurremo brevemente le caratteristiche principali della nuova norma.

Normazione e metrologia in Italia

Nel sistema di delega di responsabilità a cui si è fatto cenno sopra, Accredia è l’ente designato dal Governo italiano, sotto la vigilanza del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, ad attestare la competenza e l’imparzialità degli organismi e dei laboratori che verificano la conformità dei beni e dei servizi alle norme. Ciò si realizza attraverso l’accreditamento di tali organismi e laboratori, con cui si attesta appunto la loro competenza e la loro imparzialità, e si assicura la loro idoneità a valutare la conformità di beni e servizi alle prescrizioni stabilite dalle norme tecniche. In questo ha poi una particolare rilevanza un settore specifico, la cosiddetta metrologia legale, che si occupa dei campioni e dei sistemi di misura impiegati per le transazioni commerciali, con la finalità di garantire la pubblica fede in ogni tipo di rapporto economico tra più parti. Le Camere di Commercio, con il supporto di Unioncamere, assicurano l’affidabilità dei sistemi di misura grazie alle attività di controllo, certificazione, sorveglianza e vigilanza degli Uffici Metrici, strutture qualificate in grado di gestire l’insieme delle procedure legislative, amministrative e operative in materia.

Le attività normative nazionali sono seguite tradizionalmente da CEI, per tutti i settori elettrici, e da UNI, per tutti gli altri settori. Questa distinzione ha una corrispondenza anche a livello europeo, con CENELEC e CEN rispettivamente, e internazionale, con IEC e ISO rispettivamente, anche se possiamo facilmente riconoscere che nel caso della metrologia la distinzione tra misurazioni “elettriche” e misurazioni “non-elettriche” è ormai assai poco giustificata, come dimostra la presenza di strutture sovranazionali e sovrasettoriali, come il Bureau International des Poids et Mesures (BIPM) e il Joint Committee for Guides in Metrology (JCGM), che superano queste distinzioni. Proprio recependo questa unicità di intenti, di metodi e, sempre di più, anche di contenuti, da diversi anni UNI e CEI hanno attivato un’unica Commissione Mista di Metrologia (con identificativo 027 nel sistema UNI), che integra le competenze delle due organizzazioni, grazie alla presenza attiva di esperti sia UNI sia CEI, e il cui Presidente è nominato congiuntamente, assicurando l’alternanza al termine di ogni mandato.

L’attività della Commissione è rivolta quindi alla metrologia, in senso trasversale alle attività normative di settore, con particolare riferimento a terminologia, grandezze, unità di misura e simboli, incertezza di misura, materiali di riferimento, condizioni ambientali e di prova generali, metodi, strumenti e sistemi di misura. Nella Commissione sono attualmente attivi due Gruppi di Lavoro, relativi ai materiali di riferimento e agli smart meters e smart grids rispettivamente. Le attività della Commissione sono inoltre rivolte ai lavori internazionali di natura interdisciplinare, seguendo in particolare i lavori del JCGM per lo sviluppo del Vocabolario Internazionale di Metrologia e del framework della Guida all’Espressione dell’Incertezza di Misura.

La nuova norma del Tecnico Metrologo

Il Tecnico Metrologo è colei o colui che progetta e realizza processi di misura, operando per esempio in laboratori di prova e taratura, sale metrologiche, installazioni di misura in campo, stazioni mobili di misura. È un professionista, dipendente o libero professionista che sia, in grado di assumere un ruolo proattivo nel suo lavoro, relazionandosi con le altre figure del contesto in cui opera, per quanto appropriato. In accordo a una prima stima, è almeno delle migliaia l’ordine di grandezza del numero di operatori in Italia coinvolti in attività con caratteristiche metrologiche.

A queste persone è rivolta la Norma UNI CEI 11902:2023, “Attività professionali non regolamentate – Tecnico Metrologo – Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità”, recentemente pubblicata sotto la responsabilità della Commissione di Metrologia.

Tale norma definisce i requisiti relativi all’attività professionale del Tecnico Metrologo, specificati a partire dai compiti e dalle attività specifiche e dall’identificazione dei relativi contenuti, in termini di conoscenze e abilità, anche al fine di identificare chiaramente il livello di autonomia e responsabilità, in coerenza con il Quadro Nazionale delle Qualificazioni (QNQ). I compiti e le relative attività specifiche del Tecnico Metrologo sono presentati nella norma in accordo a un processo iterativo, di tipo Plan, Do, Check, Act, riferito sia a nuovi processi di misura sia a processi esistenti.

La norma è stata scritta in modo tale da rendere omogenei e trasparenti, per quanto possibile, i processi per ottenere e poi mantenere la certificazione di Tecnico Metrologo (in accordo alla norma, l’acquisizione, il mantenimento, e l’aggiornamento delle competenze necessarie a questa attività professionale non sono subordinati a uno specifico percorso formativo, ma il professionista è comunque tenuto a seguire percorsi autonomi o guidati di aggiornamento professionale continuo). Sulla base delle indicazioni presenti nella norma, questo richiederà l’attivazione sia di opportune strutture in grado di sviluppare i necessari corsi di formazione, sia di adeguate strutture indipendenti di certificazione che dovranno verificare le capacità e le competenze del Tecnico Metrologo, una condizione che in prospettiva potrebbe diventare necessaria per l’accesso nelle Associazioni di Categoria rilevanti.

Questi sviluppi escono dall’ambito della normazione e non sono quindi più di stretta competenza di UNI e CEI, e della Commissione di Metrologia in particolare, ma riteniamo che sia interesse di tutti che questa norma diventi un ulteriore strumento per migliorare la metrologia italiana, e a questo obiettivo la Commissione continuerà a cercare di dare il suo contributo.

 

Link utili

Scopri di più sul World Metrology Day 2023: https://www.worldmetrologyday.org/

Tutti gli eventi di INRIM dedicati alla giornata mondiale: https://www.inrim.it/it/giornata-mondiale-della-metrologia-2023  

Poster ufficiale tradotto da INRIM, Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica

 

 

Tag articolo:

Notizie correlate

Salute e benessere

Servizi e professioni

Notizie

La rivoluzione pet friendly sul posto di lavoro

UNI, membro della Pets at Work Alliance, condivide il principio che “insieme è meglio, anche in ufficio” e racconta il proprio progetto “Dogs at work”

13 Giugno 2024

Servizi e professioni

Notizie

Cani d’assistenza e professioni: il ruolo della normazione

Il resoconto del convegno organizzato da UNI con i principali rappresentanti del settore delle professioni cinofile

11 Giugno 2024

Nuove tecnologie e trasformazione digitale

Servizi e professioni

Notizie

Plain language e accessibilità del testo digitale

Scopri il corso UNITRAIN - da remoto suddiviso in due giornate - del 25 giugno e 2 luglio che tratta la norma UNI ISO 24495 parte 1 per migliorare l’accessibilità dei contenuti on line. Vediamo tutti i dettagli della proposta!

11 Giugno 2024

Beni di consumo e materiali

Meccanica e macchinari

Notizie

Un progetto sottoposto in queste settimane a inchiesta pubblica finale – agosto 2024

Materiali metallici contro la corrosione. Attendiamo i vostri commenti entro il 5 agosto.

11 Giugno 2024

Qualità e valutazione di conformità

Servizi e professioni

Notizie

Per un Mercato Unico più forte

CEN e CENELEC accolgono con soddisfazione la relazione di Enrico Letta, Presidente dell'Istituto Jacques Delors, dal titolo significativo "Much more than a market".

6 Giugno 2024

Servizi e professioni

Notizie

Pubblicità accessibile e inclusiva

In consultazione pubblica la Prassi di Riferimento sviluppata con UPA (Utenti Pubblicità Associati).

5 Giugno 2024

Beni di consumo e materiali

Meccanica e macchinari

Salute e benessere

Sicurezza

Trasporti

Notizie

Quindici progetti entrano oggi in inchiesta pubblica preliminare – giugno 2024

Sono 15 i progetti di norma sottoposti in questi giorni (dal 5 al 19 giugno) all’inchiesta pubblica preliminare. Gli argomenti trattati riguardano: trasporto di persone, saldatura per materiali metallici, gas medicali, plastica biodegradabile, corrosione galvanica, materiali gemmologici, valutatore immobiliare e organi meccanici.

5 Giugno 2024

Salute e benessere

Servizi e professioni

Notizie

Profili professionali esperti del settore medico sanitario

Oltre la UNI/PdR 64... Il vostro parere conta! Prorogato al 30 giugno il termine ultimo per partecipare al sondaggio...

4 Giugno 2024