Innovazione

“Lo scoprire consiste nel vedere ciò che tutti hanno visto e nel pensare ciò che nessuno ha pensato.” - Albert Szent-Györgyi

Innovazione in UNI

Normazione fa rima con innovazione

La normazione favorisce l’innovazione perché aiuta a diffondere nuovi prodotti e soluzioni tecnologiche aprendo a nuovi mercati e rafforzando i rapporti tra imprese e mondo della ricerca.

Prassi di riferimento

Quando la norma
non c’è ancora

Le Prassi di Riferimento (PdR) introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme specifiche quando non ci sono norme né progetti di norma nazionali, europei o internazionali.

Possono contenere buone pratiche già in uso nei servizi al cittadino/consumatore, applicazioni settoriali di specifiche esistenti, disciplinari industriali, protocolli per la gestione di marchi proprietari, modelli di gestione sperimentati a livello locale, adozioni di CWA a livello nazionale.

L’elaborazione delle prassi

Le prassi di riferimento sono elaborate sulla base di un rapido processo di condivisione tra i soli autori, che non supera i 9 mesi. Nascono intorno a Tavoli costituiti e gestiti da UNI.

Inquadramento

Verifica del contesto normativo esistente, valutazione politico-strategica, individuazione degli esperti

Contratto

Formalizzazione del contratto col proponente, definizione dei dettagli

Avvio lavori

Diffusione dell’informazione, raccolta interesse stakeholder, kick-off meeting

Elaborazione

Elaborazione del documento e approvazione da parte del Tavolo

Consultazione Pubblica

Raccolta di commenti e finalizzazione del documento

Pubblicazione

Ratifica e pubblicazione del documento

Scopri le prassi

Le prassi di riferimento sono a diffusione gratuita e, dopo un periodo di applicazione sperimentale, possono essere trasformate in un documento normativo o ritirate.

Vai allo store

Proponi la tua idea

Sei interessato a promuovere le tue soluzioni innovative nel mercato accorciando le distanze coi competitors e massimizzando benefici economici e sociali?

Contattaci
Prassi di riferimento in corso di sviluppo

UNI è sempre al lavoro per elaborare nuove prassi di riferimento, collaborando con diversi soggetti per definire la prima bozza di progetto

Scopri i progetti in corso
Prassi di riferimento in consultazione

Dopo la stesura della prima bozza di prassi di riferimento, è possibile consultare il documento per un mese, inviando i propri commenti tramite il form a disposizione

Scopri le consultazioni attive
CWA

CEN Workshop Agreement

I CEN Workshop Agreement (CWA) sono documenti tecnici sperimentali sviluppati in tempi rapidi con il confronto e il contributo di tutte le parti interessate, con gli stessi meccanismi di trasparenza e di consenso propri della normazione volontaria. Sono quindi particolarmente adatti per condividere know-how innovativi e trasferire velocemente al mercato i risultati dei progetti di Ricerca e Innovazione.

L’elaborazione dei CWA

I CWA vengono elaborati da un CEN Workshop (CEN/WS), il cui Project Plan (PP) contiene le informazioni di background, il campo di applicazione e gli obiettivi del CWA proposto, il programma di lavoro e i potenziali soggetti interessati.

Preparazione

Redazione del PP contenente tutte le informazioni

Kick-off

Riunione di avvio e approvazione del PP

Sviluppo

Elaborazione del documento ed eventuale Inchiesta pubblica

Adozione

Approvazione del documento da parte del CEN/WS

Pubblicazione

Da parte degli enti di normazione membri CEN

Validità e verifica

Verifica della validità nei primi 3 anni di applicazione

Progetti europei

Progetti di Ricerca & Innovazione

Insieme a grandi imprese, PMI, startup, università, centri di ricerca, istituzioni, UNI partecipa a progetti di Ricerca & Innovazione finanziati a livello regionale, nazionale ed europeo. Il suo ruolo è supportare le attività del progetto e i partner. In che modo?

Facilitando la diffusione delle conoscenze, il trasferimento tecnologico, la co-progettazione e promuovendo la comprensione da parte del mercato dei risultati della ricerca

Contribuendo a determinare il contesto di nuovi mercati emergenti e a soddisfare la rispondenza ai dispositivi di legge

Riducendo le tempistiche di diffusione dell’innovazione, incrementando gli scambi sul mercato e permettendo l’interoperabilità tra nuovi e vecchi prodotti/parti (e quindi anche tra tecnologie)

Creando relazioni – networking - con clienti, concorrenti, fornitori, enti regolatori, consumatori/utenti

Favorendo l‘accettabilità dell’innovazione per clienti, committenti pubblici e la fiducia dei consumatori

Progetti in corso

Horizon Europe è il più grande programma di ricerca e innovazione transnazionale al mondo. Si tratta del Programma quadro dell’Unione europea per la ricerca e l’innovazione per il periodo 2021-2027 (il successore di Horizon 2020), con una dotazione finanziaria complessiva di 95,5 miliardi di Euro. Il programma finanzia le attività di ricerca e innovazione – o di sostegno a R&I – con la finalità di:

  • rafforzare le basi scientifiche e tecnologiche dell’Unione e promuovere la sua competitività in tutti gli Stati membri.
  • attuare le priorità strategiche dell’Unione e concorrere alla realizzazione delle politiche europee, contribuendo a fronteggiare le sfide globali del nostro tempo, enunciate dagli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dall’Accordo di Parigi sul clima.
  • rafforzare lo Spazio europeo della ricerca.La partecipazione al Programma quadro è aperta anche a Paesi terzi, quali Georgia, Norvegia, Nuova Zelanda, Tunisia, Turchia.

EUB SuperHub – European Building Sustainability performance and energy certification Hub

#Edilizia, #Sostenibilità

TREASURE: leading the TRansion of the European Automotive SUpply chain towards a circulaR futurE

#AI, #Automotive

CircThread – Building the Digital Thread for Circular Economy Product, Resource & Service Management

#AccessoDati, #EconomiaCircolare

E-SHyIPS: Ecosystemic knowledge in Standards for Hydrogen Implementation on Passenger Ship

#Idrogeno, #NaviPasseggeri, #TrasportoMarittimo

ASINA: Anticipating Safety Issues at the Design Stage of NAno Product Development

#Nanotecnologie, #SafetyByDesign

Project Ô: demonstration of planning and technology tools for a circular, integrated and symbiotic use of water

#EconomiaCircolare, #GestioneAcqua, #PublicUtilities

RECLAIM: RE-manufaCturing and Refurbishment LArge Industrial equipment

#EconomiaCircolare, #Industria4.0, #Remanufactoring

BIORECER: Biological Resources Certifications Schemes

#Bio-basedMaterials, #Bio-basedPlastics, #Bio-basedProducts, #BioFuels, #Certification, #Standards, #TechnicalCompliace, #Validation, #Verification

RobétArmé: Human-robot collaborative construction system for shotcrete digitization and automation through advanced perception, cognition, mobility and additive manufacturing skills

#CognitiveRobotPlatform, #Shotcrete

STAR4BBS: Sustainability Transition Assessment Rules for Bio-Based Systems

#Bio-basedMaterials, #Bio-basedPlastics, #Bio-basedProducts, #Certification, #Standards, #TechnicalCompliace, #Validation, #Verification

MOZART Morphing Computerized mats with Embodied Sensing and Artificial Intelligence

#AI, #IntelligentSystems, #MultiAgentSystems, #RoboticAutomaticControl

Progetti terminati

Twinning Project

Rafforzamento delle capacità istituzionali e umane dell’agenzia nazionale georgiana per gli standard e la metrologia (GEOSTM) secondo le norme internazionali ed europee

Gli obiettivi del progetto sono il rafforzamento dell’infrastruttura e dei servizi di standardizzazione e metrologia georgiani in conformità con le norme internazionali ed europee; l’avvio di un solido processo di ravvicinamento giuridico; lo sviluppo di infrastrutture di qualità; l’allineamento delle pratiche e delle procedure di GEOSTM a quelle dell’Unione europea; l’ampliamento e il consolidamento del sistema di normazione, con particolare attenzione ai programmi di ricerca europei.

Contattaci per maggiori informazioni

Divisione Innovazione
e-mail: sviluppo.progetti@uni.com