Notizie | 14 Marzo 2023

Turismo e sport accessibili a tutte le persone

Pubblicata la UNI/PdR 131

Garantire a tutti l’accessibilità e l’uso delle strutture in condizioni di autonomia, comfort e sicurezza, in conformità con i principi e le tecniche del “design for all” e mettere i fornitori di questi servizi nella condizione di realizzare un’offerta inclusiva e accessibile a tutti, apportando se necessario le opportune azioni di adeguamento.
È questo l’obiettivo della prassi di riferimento UNI/PdR 131 per la certificazione accreditata sull’accessibilità di strutture ricettive, stabilimenti termali e balneari, impianti sportivi pubblicata in questi giorni.

La prassi di riferimento, sviluppata da esperti del Ministero del TurismoAccredia, del sistema UNI, e degli Organismi di valutazione della Conformità è stata infatti studiata per fornire i requisiti minimi per l’accessibilità dei servizi offerti alle strutture ricettive, agli stabilimenti termali e balneari e agli impianti sportivi.

Questi parametri riguardano diversi e specifici ambiti:

  • trasporto;
  • spazi turistici urbani e rurali;
  • attività ricreative;
  • MICE (Meetings, Incentives, Conventions and Exhibitions);
  • strutture ricettive;
  • food & beverage;
  • impianti sportivi.

Per gli stabilimenti balneari la UN/PdR 131 include i requisiti già individuati a suo tempo dalla UNI/PdR 92:2020, mentre per i servizi turistici il riferimento è alla UNI ISO 21902:2022.

In tema di accessibilità turistica è tra l’altro utile ricordare l’esistenza di un apposito fondo, istituito dal Ministero del Turismo e inserito nella Legge di Bilancio 234/2021, per sostenere lo sviluppo e la diversificazione dell’offerta turistica rivolta alle persone con disabilità e favorire l’inclusione sociale. L’intervento – che prevede una dotazione pari a 6 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024 – è volto a finanziare i servizi utili al conseguimento delle certificazioni di accessibilità: UNI ISO 21902:2022; UNI CEI EN 17210:2021; UNI/PdR 92:2020. Un fondo a disposizione di esercizi alberghieri ed extra-alberghieri, stabilimenti termali, stabilimenti balneari e strutture sportive.

La Prassi UNI/PdR 131:2023 ha un approccio fortemente pratico, orientato alla certificazione accreditata che, in questo senso, può risultare un potente strumento di differenziazione e quindi competitività.

Per favorire l’adozione di queste norme e la loro certificazione, il Ministero del Turismo – in attuazione dell’art.4, c. 1, del Decreto interministeriale 19 aprile 2022 finalizzato alla certificazione dell’accessibilità dell’offerta turistica alle persone con disabilità – ha pubblicato nei mesi scorsi “l’Avviso pubblico recante le modalità di costituzione dell’elenco degli enti accreditati per certificare secondo la UNI ISO 21902:2022, UNI CEI EN 17210:2021 e UNI/PdR 92:2020”.
L’Avviso definisce le modalità per la costituzione dell’elenco degli enti certificatori ai quali esercizi alberghieri, extra-alberghieri, stabilimenti termali, balneari e strutture sportive potranno rivolgersi per l’accertamento dei requisiti necessari all’ottenimento della certificazione, per la verifica del mantenimento dei requisiti posseduti, per le azioni correttive eventualmente realizzate o il rinnovo delle certificazioni.

Gli Organismi di certificazione predisposti al rilascio della certificazione dovranno essere accreditati secondo la norma UNI ISO/IEC 17065:2012. Il certificato di conformità da questi rilasciato alle organizzazioni dovrà riportare il marchio UNI, il marchio dell’OdC e il marchio di ACCREDIA.
La certificazione di conformità dell’accessibilità ha durata triennale. Per la frequenza e periodicità delle verifiche (sorveglianza e rinnovo) si applicano le regole definite nella UNI CEI EN ISO/IEC 17021 -1.
Per questa specifica certificazione, è possibile che durante il ciclo di certificazione venga condotta, in aggiunta alle normali verifiche, anche una verifica a sorpresa (senza preavviso).

La prassi di riferimento UNI/PdR 131 si completa con 3 appendici:

  • la A contiene raccomandazioni per la certificazione di accessibilità,
  • la B riporta una checklist per lo svolgimento degli audit (all’interno della quale alcuni requisiti sono essenziali per il rilascio della certificazione),
  • la C fornisce un esempio di rapporto di verifica.

Garantire servizi e strutture sempre più accessibili ed inclusive è fra le priorità del Ministero del turismo. La pubblicazione della check list per ottenere la certificazione delle strutture accessibili ci permette oggi di aumentare la qualità dei servizi offerti e garantire un turismo sempre più accessibile, che supera barriere fisiche, cognitive, sensoriali e culturali“. Commenta così il Ministro del turismo Daniela Santanchè la pubblicazione della UNI/PdR 131.

La normazione da sempre ha come scopo finale la persona – che si tratti della sua sicurezza, salute, benessere e inclusione – e cerca di raggiungerlo definendo le caratteristiche di prodotti, servizi, processi e organizzazioni che tengano conto delle diversità esistenti nella società” – afferma il Presidente UNI Giuseppe Rossi. “UNI infatti si è dato un modello di governance sostenibile basato sulla responsabilità sociale secondo la UNI EN ISO 26000 per il quale le persone sono lo stakeholder fondamentale delle sue attività”.

Un Paese moderno ed evoluto garantisce inclusività e parità di accesso alle persone disabili, che oggi in Italia superano il 5% della popolazione. Per questo, il PNRR, in ognuna delle sei missioni, prevede interventi mirati in questa direzione. Come in altri settori, per raggiungere questo obiettivo, la certificazione accreditata, grazie ai controlli degli Organismi, insieme alla normazione tecnica, possono rappresentare lo strumento idoneo per attestare che le strutture alberghiere, turistiche e sportive, rispettino i requisiti di accessibilità e permettergli così di godere anche delle agevolazioni fiscali. Si tratta di un passo in avanti concreto, verso una società attenta ai più fragili e al loro diritto all’autosufficienza”, ha dichiarato Massimo De Felice, Presidente di Accredia.

Tag articolo:

Notizie correlate

Energia e impianti

Meccanica e macchinari

Nuove tecnologie e trasformazione digitale

Qualità e valutazione di conformità

Responsabilità sociale e inclusione

Servizi e professioni

Notizie

I corsi top UNITRAIN del mese di marzo

Non fermare il grande viaggio della formazione UNITRAIN, scopri le ultime novità che fanno per te.

23 Febbraio 2024

Responsabilità sociale e inclusione

Notizie

Migranti: il futuro dell’integrazione con il CWA 18014

Appuntamento il 22 febbraio a Bruxelles (e in streaming) con la tavola rotonda organizzata da CEN, UNI, PoliMI e CALL Research Lab.

7 Febbraio 2024

Responsabilità sociale e inclusione

Articoli

Il contributo di UNI per la definizione degli standard antibullismo delle strutture rivolte ai giovani

L'Avv. Emanuele Montemarano, project leader della UNI/Pdr 42:2018, racconta il lavoro svolto da UNI per la tutela dei più giovani

7 Febbraio 2024

Agroalimentare

Responsabilità sociale e inclusione

Sicurezza

Sostenibilità, ambiente ed economia circolare

Notizie

Otto progetti entrano oggi in inchiesta pubblica preliminare

Sono 8 i progetti di norma sottoposti in questi giorni (dal 27 gennaio al 10 febbraio) all’inchiesta pubblica preliminare. Gli argomenti trattati riguardano: barriere di sicurezza per veicoli, sviluppo e mantenimento dei piani di sicurezza, pappa reale e polline d’api, scarponi da sci, impianti domestici per l'utilizzazione dei gas combustibili e manutenzione preventiva dei patrimoni immobiliari.

27 Gennaio 2024

Responsabilità sociale e inclusione

Notizie

Includere le persone con disabilità nel mondo del lavoro

La prassi UNI/PdR 159 fornisce un contributo concreto alla diffusione di un’autentica cultura dell'inclusione. Perché la risorsa più grande è il capitale umano.

25 Gennaio 2024

Meccanica e macchinari

Nuove tecnologie e trasformazione digitale

Qualità e valutazione di conformità

Responsabilità sociale e inclusione

Servizi e professioni

Sicurezza

Sostenibilità, ambiente ed economia circolare

Notizie

I corsi top UNITRAIN del mese di febbraio

Non fermare il grande viaggio della formazione UNITRAIN, scopri le ultime novità che fanno per te. Consulta le nuove proposte!

23 Gennaio 2024

Qualità e valutazione di conformità

Responsabilità sociale e inclusione

Sicurezza

Notizie

Modelli di organizzazione e gestione per la salute e sicurezza sul lavoro

Scopri il corso UNITRAIN - da remoto - del prossimo 30 gennaio che tratta la UNI EN ISO 26000 nell’ambito salute e sicurezza sul lavoro e descrive il campo di applicazione e le caratteristiche del DLgs 231/01.

16 Gennaio 2024

Responsabilità sociale e inclusione

Notizie

Persone in cambiamento: HRC BARCAMP 2024, UNI c’è!

Anche UNI con Gianna Zappi - partecipa da protagonista all’evento HR Lab BARCAMP del prossimo 30 gennaio. Scopri tutti i dettagli dell’incontro.

15 Gennaio 2024