Notizie | 20 Novembre 2023

Quindici progetti sono ora in inchiesta pubblica preliminare

Sono 15 i progetti di norma sottoposti in questi giorni (dal 18 novembre al 2 dicembre) all’inchiesta pubblica preliminare. Gli argomenti trattati riguardano: piscine, parchi gioco, pinze e tronchesi, agroalimentare, box acustici per ufficio, fotocatalisi, conglomerati bituminosi, valorizzazione del brend e Twin Transition.

Sono 15 i progetti di norma sottoposti a inchiesta pubblica preliminare per due settimane, dal 18 novembre al 2 dicembre. Questi i temi al centro dei lavori delle commissioni tecniche.

Iniziamo con la commissione UNI/CT 020 – Impianti ed attrezzi sportivi e ricreativi che pone in inchiesta due progetti. Vediamoli in dettaglio.

Il primo, UNI1613052, fornisce una classificazione delle coperture per piscine progettate per coprire lo specchio d’acqua della vasca, galleggianti o sospese al di sopra della superficie fino al livello del bordo vasca, e fondi mobili quando posizionati al livello del pelo dell’acqua. La norma definisce i requisiti prestazionali ed i relativi metodi di prova. Sostituisce la UNI 11718:2018.

Il secondo, UNI1613238, illustra una serie di sonde/calibri per la valutazione delle prestazioni di sicurezza delle comuni attrezzature per parchi gioco, al fine di eliminare i rischi di sicurezza noti, quali: il rischio di intrappolamento e di impigliamento nei parchi gioco, nelle aree di gioco e nelle relative attrezzature utilizzate in diversi Paesi/regioni del mondo. Sono inoltre illustrati alcuni contenuti storici sulle origini, lo scopo e alcuni razionali per le dimensioni e la forma di ciascuna di queste sonde. Sostituisce la UNI ISO/TR 24666:2023.

Passiamo alla commissione UNI/CT 024 – Macchine utensili che tratta ben quattro progetti. Eccoli qui di seguito. Il primo, UNI1613127, specifica le principali dimensioni di pinze universali e Lineman’s e i valori di prova per verificare la loro attitudine funzionale in conformità alla UNI ISO 5744. I requisiti tecnici generali sono riportati nella norma UNI ISO 5743. Le pinze universali e Lineman’s illustrate sono solo esempi e non intendono influenzare il progetto del produttore. Sostituisce la UNI ISO 5746:2008.

Il secondo, UNI1613126, specifica i requisiti tecnici generali delle pinze e tronchesi. Non specifica le caratteristiche del rivestimento isolante o antistatico dei manici. Sostituisce la UNI ISO 5743:2008.

Il terzo, UNI1613125, specifica le principali dimensioni di pinze regolabili a più posizioni e i valori di prova per verificare la loro attitudine a funzionare in conformità alla UNI ISO 5744. I requisiti tecnici generali sono riportati nella norma UNI ISO 5743. Sostituisce la UNI ISO 8976:2008.

Il quarto, UNI1613128, specifica le principali dimensioni delle pinze regolabili a due posizioni, designate con Nø 206 nella UNI ISO 5742 ed i valori di prova, al fine di verificare la loro attitudine al funzionamento in conformità alla UNI ISO 5744. I requisiti tecnici generali sono indicati nella UNI ISO 5734. Sostituisce la UNI ISO 9343:2011.

È la volta della commissione UNI/CT 003 – Agroalimentare e di due progetti. Vediamoli qui di seguito. Il primo, UNI1613193, si occupa di semi oleaginosi, cereali, prodotti a base di cereali e mangimi. Specifica un metodo per la determinazione del grasso totale attraverso analisi gravimetrica dopo idrolisi ed estrazione assistita a microonde. In particolare, si applica a semi e frutti oleaginosi e ai sottoprodotti di oli e grassi vegetali.

Il secondo, UNI1613106, descrive un metodo per la determinazione della presenza di odori estranei in una massa di cereale o di un prodotto della macinazione dei cereali. Si applica al riso in grani, al grano duro, al grano tenero e ai relativi prodotti di macinazione. Sostituisce la UNI 10280:1993.

Procediamo con la commissione UNI/CT 028 – Mobili che ha trattato il progetto UNI1613236. Questo documento definisce e classifica i box acustici per ufficio (conosciuti anche come office pod, acoustic room, room in room, office phone booth, collaborative room) e ne definisce i requisiti dimensionali, funzionali, meccanici. Si tratta di prodotti di diffusione relativamente recente (ultimi 10 anni), non ancora normati e la cui collocazione nell’abito dell’arredo ancora non è ancora sempre riconosciuta.

E ancora, è la commissione UNI/CT 033 – Prodotti, processi e sistemi per l’organismo edilizio che si è occupata di tre progetti. entriamo in dettaglio. Il primo, UNI1613255, tratta la fotocatalisi. Specifica un metodo dinamico in flusso continuo e rilevamento in linea per valutare le prestazioni di materiali inorganici fotocatalitici contenuti in malte cementizie e/o calce o matrici a base ceramica, vernici o materiali depositati come film sottili o rivestimenti su una varietà di substrati per l’abbattimento fotocatalitico del toluene in fase gassosa. Questo metodo si applica anche ai campioni utilizzati con flusso perpendicolare alla superficie o flusso che permea la superficie, come filtri polimerici e di carta, strutture a nido d’ape e simili utilizzando il portacampioni descritto.

Il secondo, UNI1613256, anch’esso ha per oggetto la fotocatalisi e i metodi di prova a flusso continuo. La prestazione del campione fotocatalitico in esame è valutata misurando la velocità di degradazione complessiva della formaldeide (CH2O) e di acido formico (HCOOH) eventualmente prodotto secondo il metodo qui specificato utilizzando il reattore CSTR già utilizzato nel metodo standard UNI EN 16980-1, che consente il calcolo della velocità di abbattimento fotocatalitica dalla conversione osservata eliminando gli effetti del trasferimento di massa e i parametri del reattore.

Il terzo, UNI1613257, come i precedenti si occupa di fotocatalisi e di metodi di prova a flusso continuo riferiti alla determinazione della capacità di abbattimento delle apparecchiature di purificazione fotocatalitica per i COV in aria. In questo caso, la prestazione del sistema di purificazione fotocatalitico in esame è valutata misurando la velocità di degradazione complessiva del toluene o di miscela di COV, e dei COV volatili rilevabili eventualmente prodotti nel sistema, a concentrazione di qualche centinaio di ppbv, secondo il metodo specificato utilizzando un reattore CSTR, che consente il calcolo della velocità di abbattimento fotocatalitico dalla conversione osservata.

La commissione UNI/CT 012 – Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture volge la sua attenzione al progetto UNI1613235. Il documento fornisce criteri di qualificazione tecnica per conglomerati bituminosi prodotti in impianto e lavorabili a freddo, nonché indicazioni per la corretta movimentazione e posa in opera. Questi conglomerati bituminosi sono da impiegarsi per ripristini temporanei e localizzati della regolarità delle pavimentazioni ammalorate di infrastrutture stradali e altre aree soggette al traffico; trovano applicazione ai fini della sicurezza e in condizioni di urgenza, in attesa di adeguati interventi di manutenzione. Sono conglomerati bituminosi le cui caratteristiche di lavorabilità non dipendono dalla temperatura di lavorazione e le cui prestazioni meccaniche evolvono in breve tempo, dopo il completamento della posa in opera.

Procediamo con la commissione UNI/CT 040 – Servizi e il progetto UNI1613129. Questo documento specifica i fondamenti e i principi per la valorizzazione del brand, incluso un quadro integrato per la valorizzazione del brand contenente gli elementi di input, i parametri di output e gli indicatori di esempio. Sostituisce la UNI ISO 20671:2019.

Concludiamo con l’ente federato UNI/CT 500 – UNINFO – Tecnologie Informatiche e loro applicazioni che ha trattato il progetto UNI1613268. Il documento fornirà uno strumento di riferimento per guidare le imprese nell’affrontare al proprio interno percorsi di Twin Transition, ovvero orientati alla transizione digitale e green, utilizzando la trasformazione digitale come fattore abilitante. Inoltre, descriverà e misurarerà il processo di Twin Transition al fine di permetterne una valutazione e un confronto ove siano necessarie decisioni di investimento o finanziamento.

 

L’inchiesta pubblica preliminare è un passaggio fondamentale del processo normativo perché aiuta a capire se:

  • il mercato ha bisogno di queste norme;
  • ci sono altri bisogni da soddisfare;
  • ti interessa partecipare.

Lo sviluppo di uno standard deve avere luogo solo di fronte a un reale beneficio.

Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti (>> vai alla banca dati).

Scopri come partecipare alle attività di normazione (>> vai alla sezione Associazione).

 

Data di scadenza dell’inchiesta pubblica preliminare: 2 dicembre 2023.

Tag articolo:

Notizie correlate

Beni di consumo e materiali

Energia e impianti

Nuove tecnologie e trasformazione digitale

Qualità e valutazione di conformità

Responsabilità sociale e inclusione

Salute e benessere

Sicurezza

Notizie

Tredici progetti entrano oggi in inchiesta pubblica preliminare – giugno 2024

Sono 13 i progetti di norma sottoposti in questi giorni (dal 15 al 29 giugno) all’inchiesta pubblica preliminare. Gli argomenti trattati riguardano: metalli preziosi, conservazione dei documenti, progetti di traduzione, data base lessicali, salute, prevenzione della corruzione, gestione per la compliance, tecnologie informatiche, gas e sistemi di gestione.

15 Giugno 2024

Salute e benessere

Servizi e professioni

Notizie

La rivoluzione pet friendly sul posto di lavoro

UNI, membro della Pets at Work Alliance, condivide il principio che “insieme è meglio, anche in ufficio” e racconta il proprio progetto “Dogs at work”

13 Giugno 2024

Nuove tecnologie e trasformazione digitale

Notizie

Dall’Innovation Management Forum uno sguardo al futuro dell’AI

Ai tavoli oltre 120 leader dell'innovazione si sono interrogati sull'intelligenza artificiale e le sue applicazioni. Da qui verrà redatto un Libro Bianco.

11 Giugno 2024

Servizi e professioni

Notizie

Cani d’assistenza e professioni: il ruolo della normazione

Il resoconto del convegno organizzato da UNI con i principali rappresentanti del settore delle professioni cinofile

11 Giugno 2024

Nuove tecnologie e trasformazione digitale

Servizi e professioni

Notizie

Plain language e accessibilità del testo digitale

Scopri il corso UNITRAIN - da remoto suddiviso in due giornate - del 25 giugno e 2 luglio che tratta la norma UNI ISO 24495 parte 1 per migliorare l’accessibilità dei contenuti on line. Vediamo tutti i dettagli della proposta!

11 Giugno 2024

Beni di consumo e materiali

Edilizia e costruzioni

Notizie

Finiture per interni ed esterni: requisiti di servizio

Pubblicata la norma UNI 11943. Il documento tratta gli aspetti commerciali dei requisiti di servizio per le finiture d’interno ed esterni. Vediamo tutti i dettagli…

11 Giugno 2024

Beni di consumo e materiali

Meccanica e macchinari

Notizie

Un progetto sottoposto in queste settimane a inchiesta pubblica finale – agosto 2024

Materiali metallici contro la corrosione. Attendiamo i vostri commenti entro il 5 agosto.

11 Giugno 2024

Agroalimentare

Sostenibilità, ambiente ed economia circolare

Notizie

Crediti di biodiversità

Una futura Prassi di riferimento per la valorizzazione di specifiche attività di tutela dell'ambiente.

6 Giugno 2024